Olio d'oliva: un toccasana per il cuore, già a colazione

immagine

Sulle insalate e su tutte le verdure, sulla pastasciutta condita a crudo, sulla bruschetta, per gustarlo in tutto il suo sapore fruttato e corposo: di cosa parliamo?

Dell’olio d’oliva naturalmente! Sfatate ormai le false credenze che lo considerano un pericoloso nemico di chi vuole perdere peso, questo prezioso condimento merita di vedere rivalutate le sue potenzialità e risorse. È un ingrediente essenziale della dieta mediterranea, quella che l’Unesco ha dichiarato patrimonio naturale ed immateriale dell’umanità, e possiede alcune proprietà che lo rendono un valido alleato della salute.

Uno studio compiuto presso l’Università di Cordoba e pubblicato sulla rivista BMC Genomics ha confermato il ruolo dell’olio d’oliva nella prevenzione delle malattie cardiovascolari, poiché agisce nella regolazione dei livelli di colesterolo.

Questo grazie alla presenza dei tocoferoli e dei polifenoli che sono sostanze naturali dall’elevato potere antiossidante. Non solo: la ricerca presso l’Università spagnola ha dimostrato anche che l’olio d’oliva è in grado di svolgere anche un’efficace azione di prevenzione degli stati infiammatori.

Gli studiosi hanno infatti lavorato con alcuni volontari suddivisi in due gruppi. A quelli del primo gruppo è stato somministrato olio d’oliva, a quelli del secondo invece olio di semi. La ricerca ha evidenziato come, coloro che avevano preso olio d’oliva, risultavano con maggiori difese nei confronti delle infiammazioni.

Un grande beneficio, sempre stando ai risultati dello studio, deriva dall’assunzione dell’olio d’oliva la mattina. Per avere un cuore sano dovremmo allora sostituire una tazzina di caffè con una di olio d’oliva? No, niente di tutto ciò! I componenti della tipica prima colazione mediterranea possono tranquillamente rimanere intatti: sì al latte la mattina ed ai carboidrati: ma perché non pensare ad un dolce preparato con olio d’oliva, più leggero e salutare del burro?

Francesca Di Giorgio