8 cose da fare quando si provano i vestiti

provare vestiti

Lo shopping è un dolce piacere per qualcuno, una malattia per altri e una grossa scocciatura per un'altra fetta di popolazione.

Ma anche per fare acquisti c'è bisogno di seguire alcune regole per evitare di comprare cose sbagliate di cui ci pentiremmo subito. I ripensamenti maggiori sono quelli nel settore dell'abbigliamento e si rischia spesso di riporre sul fondo dell'armadio vestiti mai indossati comprati di impulso e senza una precisa e ponderata scelta.

Seguendo i consigli dei più importanti esperti di moda americani, ecco otto semplici regole da ricordare quando si è nel camerino di un negozio indossando il capo che vi ha tanto colpito in vetrina, per garantirvi la massima soddisfazione post acquisto.

1. Prima di tutto bisogna leggere le istruzioni per la cura del vostro indumento: Carol Davidson, fondatore di StyleWorks, una società di consulenza d'immagine a New York City, ha consigliato di capire se è necessario un lavaggio a mano o a secco e considerare i tempi e i costi di queste due alternative e se si è disposti a coprirli.

2. Poi per evitare di indossare capi che si sgualciscono immediatamente, Davidson ha ipotizzato di fare un test di pieghe dei vestiti stringendo per alcuni secondi la stoffa tra le mani. Se restano segni evidenti allora è quasi sicuro che, dopo una giornata, il vestito indossato sarà inguardabile e quindi sarebbe meglio non comprarlo proprio.

3. Uno degli errori molto gravi è quello di innamorarsi di una maglia o un pantalone senza pensare al fatto che magari a casa non abbiamo abbinamenti adatti, provocando quindi l'isolamento di quel capo che non sarà mai messo. Dawn Del Russo, stilista di moda e lifestyle a New York City, ha suggerito quindi di provare l'indumento già nel camerino con gli abbinamenti giusti, magari facendosi consigliare dagli addetti alla vendita per assemblare un completo che possa essere messo senza timori e senza avere il problema di cercare improbabili abbinamenti tra i cassetti di casa.

4. Colin Megaro, stilista di famose star di Los Angeles, ha detto che gli acquisti, in genere, dovrebbero integrare il nostro guardaroba. Per fare questo c'è bisogno di ricordare il contenuto del vostro armadio in modo da poter scegliere i vestiti nuovi in base a ciò che già abbiamo.

5. Non basta guardarsi di fronte allo specchio: Stephanie Poli, una fashion blogger, ha consigliato di dare uno sguardo anche a come sta il vestito nella parte posteriore. Quando nel negozio non è presente uno specchio che permette questo tipo di controllo, allora il trucchetto da utilizzare è quello di prendere lo specchietto che ogni donna ha in borsa per controllare il proprio riflesso allo specchio. Inoltre bisogna stare molto attente agli specchi e diffidare da quelli che hanno delle inclinazioni molto forti con lo scopo di snellire e rendere quindi più belle e magre le donne allo specchio con il risultato di invogliare all'acquisto con la sensazione di stare comprando un capo che ha un potere miracoloso, cioè di renderci slanciati e più belli.

6. Un'altra cosa cui badare è quella di cercare di guardare i vestiti che state indossando sotto una fonte di luce naturale in modo da poter capire effettivamente quale sia il colore.

7. Per riuscire a capire se il capo di abbigliamento che stiamo provando può essere davvero a caso nostro, quando lo proviamo dobbiamo anche fare una serie di movimenti per verificarne la comodità. Sedersi, piegarsi, saltellare, stiracchiarsi… Valutare la vestibilità del capo in tutte le situazioni ci permette di evitare brutte sorprese in occasioni pubbliche.

8. Prima di andare alla cassa, controllate la presenza di difetti nel capo scelto. Cerniere, bottoni, cuciture devono essere ispezionati, come anche l'eventuale presenza di stoffa aggiuntiva per apportare delle modifiche sartoriali su misura per il proprio corpo.

Se nel frattempo avete perso mezza giornata solo per comprare una maglietta e un paio di jeans, insomma, sarà il prezzo da pagare per non avere rimorsi in futuro. Per lo shopping, questo ed altro!

Lazzaro Langellotti