Ecco i colori da mettere a tavola per un'alimentazione sana

cibo colori

Combinare i cibi della nostra alimentazione quotidiana attraverso il colore è una scelta davvero salutare.

Spesso, infatti, la nostra attenzione si concentra soprattutto sulla provenienza degli alimenti da consumare, alle quantità presenti in essi di vitamine, proteine e sali minerali, trascurando l’importanza terapeutica del colore. Specie frutta e verdura, infatti, rispondono ad una “legge cromatica” che lega le proprietà dei cibi alle nostre esigenze nutrizionali e psicologiche.
È frequente fermarci al supermercato ad acquistare prodotti di stagione e scegliere, apparentemente senza motivo, un colore piuttosto che un altro (attirati magari dal rosso di un bel pomodoro o dall’arancione acceso di un’albicocca)
Accadrà che, se siamo particolarmente stanchi, saremo maggiormente attratti da colori accesi come il giallo o, nel caso di carenza di vitamine e sali minerali, saremo portati a scegliere cibi di colore verde per disintossicare l’organismo.
Lo stress, inoltre, può spingere verso cibi di colore scuro, dal blu al viola. Non è quindi solo un’impressione visiva che innesca una certa scelta, ma l’esigenza di assumere nutrienti di cui abbiamo bisogno in quel particolare momento. Per questo, al fine di mantenere un’alimentazione varia ed equilibrata è bene alternare cibi di diversi colori, per trarre il massimo beneficio da tutte le loro proprietà.
Secondo la cromoterapia (che sostiene il potere curativo dei colori), il colore verde degli ortaggi è dato dalla clorofilla, che è ricca di magnesio e aiuta a regolarizzare il metabolismo dei grassi e degli zuccheri. Il verde è il colore dell’equilibrio energetico, calmante, disintossicante, addirittura antinfluenzale.
immagineGli alimenti giallo-arancio (come limoni, pompelmi, peperoni,arance, ananas, pesca, banana ecc…) sono i più ricchi di vitamina C, che rafforza le difese del sistema immunitario ed ha un effetto depurativo. Contengono, fra l’altro carotene, che protegge le cellule dall’invecchiamento. Il giallo è il colore del sole, antidepressivo, regala allegria e forza.
I cibi di colore bianco come finocchi, latte o riso, rappresentano il candore e l’eleganza, aiutano a disintossicarsi, ritrovare la concentrazione, abbassare la pressione e tenere sotto controllo il colesterolo.




immagine

Uva nera, melanzane, cipolle rosse, barbabietole, more, di colore viola, svolgono un’azione benefica sul sistema nervoso, migliorano la circolazione, combattono le infezioni e, essendo ricchi di magnesio, favoriscono l’equilibrio e spezzano la fame nervosa.
Gli alimenti blu, quali mirtilli e prugne, ad esempio, hanno un’azione calmante e rinfrescante, sono ottimi antiossidanti e favoriscono la microcircolazione : non a caso, avrete già notato voi stesse, che la maggior parte delle creme o gel venduti prevalentemente d’estate per il benessere delle gambe affaticate sono proprio a base di mirtillo o vite rossa per apportare sollievo a chi soffre di caviglie gonfie e fragilità capillare.
Infine, i cibi di colore rosso, come pomodori, fragole, ciliegie, ribes, anguria, sono un toccasana per chi presenta carenza di ferro: gli alimenti rossi, infatti, grazie all’alto contenuto di potassio, rinnovano le energie vitali, oltre a facilitare il drenaggio dei liquidi e la circolazione vascolare. Solitamente, è il colore prediletto dai tipi dinamici e coraggiosi.

Chiara Casablanca