Guida agli alimenti brucia grassi (1)

guida brucia grassi

Se pensate che sia giunto il "lunedì" giusto per mettervi a dieta, non potete certo iniziare senza sapere quali siano i migliori cibi brucia grassi: quelli che saziano di più, quelli che attivano il metabolismo e soprattutto quelli con poche calorie ed un alto potere saziante.

Ecco per voi una prima lista di alimenti che vi accompagnerà nel faticoso cammino verso la prova costume...

Pere e mele

pere mele

Ottime come snack: contengono acqua che aiuta a sentirsi più sazi e hanno, inoltre, poche calorie e molte fibre, che impegnano nella masticazione. Pensate che 100 g di mele apportano 45 calorie, le pere 41.

In particolare, le mele hanno moltissime proprietà, una delle quali preziosissima per chi sta a dieta. Contiene la pectina, fibra solubile presente nella buccia che si comporta come un naturale soppressore della fame.

Secondo uno studio dell'Institute of Food Research di Norwich, inoltre, i polifenoli antiossidanti presenti soprattutto nelle mele hanno 5 volte il valore che gli era stato precedentemente attribuito.

Cocomero

cocomero

Un altro ottimo frutto da scegliere quando si vuole dimagrire. È tra gli alimenti che contengono maggiori quantità di acqua e quindi da grande senso di sazietà. Il cocomero ha solo 16 calorie per 100 g, è privo di grassi e ha pochi zuccheri.

Il sapore dolce, infatti, non è dato dagli zuccheri, ma da sostanze aromatiche naturali che apportano anche senso di sazietà. Mangiarne una fetta prima dei pasti, aiuta ad avere meno fame.

Fragole

fragole

La golosa fragola è povera di zuccheri e ricca di sali minerali e vitamina C, apporta solo 27 calorie per etto ed è inoltre diuretica e anti-cellulite soprattutto se mangiata lontana dai pasti come spuntino.

Verdure crude

verdure crude

Altra alternativa valida agli snack: mezza tazza di sedano tagliato a dadini apporta solo otto calorie.

Portare in ufficio verdure già tagliate è un'ottima alternativa alle merendine dei distributori. Un modo intelligente per tagliare il conto delle calorie giornaliere

Spinaci, asparagi e broccoli

spinaci broccoli

Quando si è a dieta si suggerisce di mangiare molte verdure, in particolare gli spinaci, gli asparagi e i broccoli perché hanno un elevato effetto termico: il Tef.

Il Tef rappresenta l'energia che l'organismo spende per portare a termine i processi di digestione, assorbimento e metabolizzazione dei principi nutritivi contenuti nei cibi, al fine di renderli utilizzabili da parte di tutte le cellule del corpo. Più è alta la spesa energetica richiesta, meno calorie sono effettivamente immagazzinate dall'organismo.

Zuppe e minestre

zuppa

Buone e con un alto valore saziante, iniziare un pasto consumando un piatto di minestra taglia l'apporto di calorie poiché si raggiunge prima il senso di sazietà.

Attenzione a quelle surgelate ne esistono versioni più light senza aggiunta di grassi (circa 100 calorie per 100 g) a quelle cremose con aggiunta di pane, che di calorie ne hanno molte di più.

Fagioli

fagioli

Alto contenuto di fibre e ottima fonte di proteine, richiedono elevati tempi di digestione, prolungando il senso di sazietà più a lungo.

In particolare, ideale è l'abbinamento dei legumi con i cereali per ottenere un mix di alto valore nutritivo: non per niente "pasta e fagioli" è il piatto unico per eccellenza.

Salmone, tonno, sardine, aringhe e sgombro

salmone

Contengono omega 3, gli acidi grassi che, oltre a mantenere bassi i livelli di colesterolo, rendono il metabolismo più veloce. Merito dell'intervento sulla leptina, un ormone che determina la velocità con la quale vengono bruciate o immagazzinate le calorie.

La soluzione ideale per restare leggeri e gustarne il sapore è mangiarli grigliati con le verdure.

Insalata

insalata

Poche calorie (14 per etto) ed alto potere saziante, non facciamola mancare mai sulle nostre tavole.

Mangiare un'insalata prima dei pasti è un ottimo segreto per mangiare meno. Svolge un'azione lassativa, è ricca di fibre e di sali minerali.

Rucola

rucola

Validissima alternativa all'insalata, contiene elevate quantità di vitamine A e C, nonché una sostanza solfo-azotata in grado di stimolare il metabolismo e facilitare l'utilizzo del grasso corporeo. Fornisce 16 calorie ogni 100 grammi.

Aceto

aceto

L'aceto, insieme all'olio, è il condimento mediterraneo per eccellenza. Molti studi affermano che l'aceto aiuta l'organismo a combattere il grasso ed ha pochissime calorie. Molte dive affermano di usarlo come alleato di bellezza.

Latte scremato, formaggi poco grassi e yogurt

latte scremato

Alleati per perdere peso: questi prodotti contengono elevate quantità di calcio, il cui ruolo è quello di spezzare i legami delle cellule dei grassi, consentendone una rapida assimilazione.

Lo yogurt, volendo parlare in cifre, aumenta la perdita di peso del 22% e fa sì che il grasso corporeo diminuisca del 61%, quello addominale addirittura dell'81%, mantenendo il tono muscolare.

Secondo una ricerca dell'University of Western Australia, infine, un bicchiere di latte a colazione controlla la fame e ostacola l'assalto alla tavola all'ora di pranzo. Anche se recenti studi avrebbero dimostrato che una ricca prima colazione non è sinonimo di dimagrimento.

Biscotti e fiocchi d'avena

fiocchi avena

Fanno durare a lungo il senso di sazietà, mantenendo stabile il livello di zuccheri nel sangue e di insulina: evitando così che i grassi si accumulino e vengano immagazzinati dall'organismo.

Ideali per colazione, i fiocchi d'avena forniscono in una porzione più proteine di tutti gli altri cereali. Per la prima colazione l'ideale è abbinarli con dello yogurt o del latte scremato.

Agrumi

agrumi

Ricchi di vitamina C e di fibre, servono a velocizzare il processo di assimilazione dei grassi e stimolano la produzione di un aminoacido, la carnitina, che aumenta la capacità del corpo di bruciare le calorie. Limone, papaya e pompelmi forniscono in media dalle 50 alle 75 Kcal e possiedono il dono di far durare a lungo il senso di sazietà.

Tra gli agrumi, il pompelmo ha un basso contenuto di calorie (26 ogni 100 g), con pochi zuccheri e molte fibre che impiegano più tempo per essere digerite. Provate a mangiare mezzo pompelmo o un bicchiere di succo di pompelmo prima del pasto, vi aiuterà a sentirvi più sazi. Inoltre, diverse ricerche provano che mangiare metà pompelmo durante i pasti in una dieta di 12 settimane aiuta in media a dimagrire di 1,5 Kg in più. Questo perché influisce sull'insulina abbassandone il livello e favorendo la perdita di peso. Se non in perfette condizioni fisiche consultare il proprio medico sugli effetti del pompelmo.

Pop-corn

pop corn

Cibo ideale da sgranocchiare mentre si guarda un film, vi sembrerà strano ma i pop-corn sono ricchi di fibre e poveri di calorie. Inoltre, tenendo la bocca impegnata per tanto tempo, aiutano il senso di sazietà. Insomma, se vogliamo trascorrere una serata con gli amici è un cibo che possiamo tranquillamente concederci: l'importante è prestare attenzione al condimento, bisogna insomma evitare il burro, il caramello e il formaggio con cui qualche volta vengono insaporiti.

Insomma, chi l'ha detto che quando si è a dieta non si possa mangiare niente di buono? Basta saper scegliere i giusti alimenti e la dieta... pesa decisamente meno.

Manuela Marino

Pin It