tifoglio rosso

Trifoglio rosso: proprietà e benefici. Aiuta davvero durante la menopausa?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il trifoglio rosso (Trifolium pratense) è una specie di trifoglio originario di Europa, Asia e Nord America. La pianta è utilizzata come rimedio erboristico per diverse condizioni, tra cui vampate di calore, sudorazione notturna, osteoporosi e malattie cardiache.

La pianta del trifoglio rosso

Il trifoglio rosso (Trifolium pratense) è una pianta erbacea della famiglia delle leguminose.

I capolini sono rosa o viola e le foglie sono trifogliate (a tre lobi). La pianta ha una radice profonda e preferisce terreni ben drenati.

Il trifoglio rosso viene spesso utilizzato come coltura di copertura o come sovescio. Viene anche utilizzato in erboristeria.

I composti attivi del trifoglio rosso sono gli isoflavoni, estrogeni vegetali. Questi composti possono imitare l’effetto degli estrogeni umani nell’organismo.

Trifoglio rosso e menopausa: quali sono le sue proprietà

Alcuni studi hanno dimostrato che il trifoglio rosso può contribuire ad alleviare i sintomi della menopausa, come le vampate di calore e la sudorazione notturna. Tuttavia, le prove non sono definitive e sono necessarie ulteriori ricerche.

È stato inoltre dimostrato che il trifoglio rosso può contribuire a migliorare la densità ossea nelle donne in post menopausa. Anche in questo caso, però, le prove non sono conclusive e sono necessarie ulteriori ricerche.

Il trifoglio rosso è generalmente considerato sicuro se assunto in piccole quantità.

Tuttavia, può causare effetti collaterali come nausea, vomito e mal di testa. Può anche interagire con alcuni farmaci, quindi è importante parlarne con il medico prima di assumere il trifoglio rosso.

Il trifoglio rosso è un rimedio erboristico popolare per i sintomi della menopausa, come le vampate di calore e la sudorazione notturna. Alcuni studi hanno dimostrato che può aiutare ad alleviare questi sintomi, ma le prove non sono definitive.

È stato anche dimostrato che il trifoglio rosso aiuta a migliorare la densità ossea nelle donne in postmenopausa, ma anche in questo caso le prove non sono conclusive.

Il trifoglio rosso è generalmente considerato sicuro se assunto in piccole quantità, ma può causare effetti collaterali come nausea, vomito e mal di testa. Può inoltre interagire con alcuni farmaci, per cui è importante parlarne con il medico prima di assumere il trifoglio rosso.

Se state pensando di assumere il trifoglio rosso per i sintomi della menopausa o per qualsiasi altra condizione, parlatene prima con il vostro medico per capire se è adatto a voi.

Dosaggio del trifoglio rosso da assumere in menopausa

Il dosaggio standard del trifoglio rosso è di 40 mg tre volte al giorno. Tuttavia, non ci sono prove a sostegno di questo dosaggio e può variare a seconda della persona.

Alcune persone possono manifestare effetti collaterali come nausea, vomito e mal di testa a questo dosaggio. Se si verificano effetti collaterali, si consiglia di ridurre il dosaggio con il proprio medico.

È importante parlare con il proprio medico prima di assumere il trifoglio rosso, poiché può interagire con alcuni farmaci.

Integratori con il trifoglio rosso

Il trifoglio rosso è disponibile in alcuni integratori per la menopausa come FitoFenix, tè e tinture. Si trova anche in alcuni prodotti per uso topico, come creme e lozioni.

Quando acquistate gli integratori di trifoglio rosso, assicuratevi di scegliere una marca affidabile. Cercate integratori certificati da un’organizzazione come il Ministero Della Salute italiano o dalla NSF International.

Queste organizzazioni testano gli integratori per verificarne la qualità e la sicurezza.

Tè con il trifoglio rosso forte: come prepararlo

Per preparare un tè forte al trifoglio rosso, mettere in infusione 1-2 cucchiaini di fiori secchi di trifoglio rosso in 8 bicchieri di acqua bollente per 10 minuti. Filtrate il tè e bevetelo fino a tre volte al giorno.

Se si assume il trifoglio rosso per i sintomi della menopausa, si dovrebbe iniziare con un dosaggio più basso e aumentarlo gradualmente secondo le necessità. Parlate con il vostro medico del dosaggio migliore per voi.

Il trifoglio rosso è generalmente considerato sicuro se assunto in piccole quantità. Tuttavia, può causare effetti collaterali come nausea, vomito e mal di testa. Può anche interagire con alcuni farmaci, quindi è importante parlarne con il medico prima di assumere il trifoglio rosso.

Il trifoglio rosso fa dimagrire?

Non ci sono prove che indichino che il trifoglio rosso aiuti a perdere peso. Anzi, non ci sono prove che indichino che abbia un qualche effetto sul peso.

Isoflavoni del trifoglio rosso

Gli isoflavoni del trifoglio rosso potrebbero avere un effetto benefico sui livelli di colesterolo, ma sono necessarie ulteriori ricerche.

Quali sono le controindicazioni del trifoglio rosso?

Il trifoglio rosso è sconsigliato alle donne in gravidanza o che allattano, a causa della mancanza di informazioni sulla sicurezza.

È inoltre sconsigliato alle persone affette da patologie sensibili agli ormoni, come il cancro al seno, alle ovaie, l’endometriosi o i fibromi uterini.

Parlate con il vostro medico prima di prendere il trifoglio rosso se avete una di queste condizioni.

Trifoglio rosso e tiroide

Alcuni elementi suggeriscono che il trifoglio rosso possa interferire con la funzione tiroidea. Se si soffre di problemi alla tiroide, è bene parlarne con il proprio medico prima di assumere il trifoglio rosso.

Trifoglio rosso ed estrogeni

Il trifoglio rosso contiene estrogeni vegetali, simili a quelli prodotti dal corpo umano. Per questo motivo, è sconsigliato alle donne che hanno avuto patologie sensibili agli estrogeni, come il cancro al seno o l’endometriosi.

Prima di assumere il trifoglio rosso, parlate con il vostro medico se soffrite di una di queste condizioni.

Trifoglio rosso e cellulite

Il trifoglio rosso viene talvolta pubblicizzato come trattamento per la cellulite. Tuttavia, non ci sono prove a sostegno di questa affermazione.

Se state pensando di assumere il trifoglio rosso per la cellulite, parlatene prima con il vostro medico.

Dove acquistare il trifoglio rosso

Il trifoglio rosso è ampiamente disponibile nei negozi di alimenti naturali e online. Quando si acquista il trifoglio rosso, assicurarsi di scegliere un marchio affidabile.

Semi di trifoglio rosso

I semi di trifoglio rosso possono essere utilizzati per far crescere le piante di trifoglio rosso. Una volta che le piante sono fiorite, i fiori possono essere raccolti e utilizzati per preparare tè o integratori.

Se siete interessati a coltivare il trifoglio rosso, rivolgetevi al vostro vivaio o negozio di giardinaggio di fiducia.

Olio essenziale di trifoglio rosso

L’olio essenziale di trifoglio rosso viene talvolta utilizzato in aromaterapia. Tuttavia, non ci sono prove a sostegno del suo utilizzo per qualsiasi condizione di salute.

Se state pensando di usare l’olio essenziale di trifoglio rosso, parlatene prima con il vostro medico.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Magazine d'informazione online su tematiche legate al benessere, alla bellezza e alla salute. Comunichiamo i metodi del come stare bene e meglio.
Seguici su Facebook