Insonnia in gravidanza: qualche consiglio per combatterla e dormire bene

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La gravidanza è un momento bellissimo e delicato per una donna, un periodo fatto di scoperte, emozioni forti e tanti cambiamenti sia a livello fisico che psicologico. Durante questa fase, però, possono sorgere alcuni fastidi e disturbi che limitano le azioni quotidiane. Un esempio? Per molte future mamme riuscire a dormire serenamente e svegliarsi riposate diventa una vera impresa.

Durante i nove mesi, infatti, l’insonnia è un problema piuttosto comune e non è facile riuscire a trovare una posizione comoda a causa del pancione e di qualche dolorino. Generalmente durante le prime settimane di gestazione ci si sente molto assonnate e si desidera dormire in continuazione, ma nelle settimane successive la situazione tende a cambiare per via dello scombussolamento ormonale e, in qualche caso, per alcune carenze nutrizionali (ad esempio ferro e magnesio). Inoltre, lo stimolo frequente di svuotare la vescica, le gambe pesanti e l’ingombrante pancione non aiutano a conciliare il sonno. Come fare, quindi, a riuscire a dormire il più possibile (e bene) quando si è in dolce attesa?

8 consigli per combattere l’insonnia in gravidanza 

Per riposare bene quando si è incinte (purtroppo) non esiste una ricetta miracolosa, ma alcuni consigli possono tornare utili. Ecco cosa fare per evitare di passare notti insonni:

  • bere con moderazione la sera, facendo scorta di liquidi soprattutto durante la mattinata e nel pomeriggio. Si consiglia di bere solo quando si ha sete di notte per prevenire la disidratazione. Inoltre, può aiutare praticare qualche esercizio di Kegel (una serie alternata di contrazioni e rilassamento del pavimento pelvico) ogni giorno per rafforzare le pareti della vescica.
  • prestare attenzione all’alimentazione, evitando cibi pesanti soprattutto prima di andare a letto. Limitare anche il consumo di cibi speziati, pomodori e i cibi che possono favorire l’insorgenza di acidità gastrica.
  • fare esercizio fisico per prevenire  crampi alle gambe. Se si hanno carenze di magnesio, conviene correre ai ripari con qualche integratore. Bassi livelli di magnesio, infatti, possono contribuire alla tensione muscolare e a spasmi. Un bel bagno caldo prima di coricarsi e un po’ stretching può aiutare a rilassare le gambe.
  • evitare le bevande contenenti caffeina, specialmente prima di andare a dormire. In gravidanza si possono assumere circa una tazza e mezzo di caffè o tre/quattro tazze di tè, ma è bene ricordare che nelle donne incinte la caffeina rimane più a lungo in circolo, per cui bisognerebbe non assumerne più dopo pranzo.
  • rendere la camera da letto il più rilassante possibile e con una temperatura confortevole (evitando che ci sia troppo freddo o troppo caldo)
  • usare un secondo cuscino fra le ginocchia o un cuscino per l’allattamento o specifico per la gravidanza, ed ergonomico, per trovare la posizione più comoda
  • leggere un buon libro o ascoltare musica rilassante prima di dormire, possibilmente mentre si sorseggia una tisana che aiuta a conciliare il sonno.

Fonte: GreenMe

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Siciliana nata tra le pendici dell’Etna e il mare, ma trapiantata a Roma da qualche anno. Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo, è appassionata al mondo del benessere e del bio. Estremamente curiosa, ama scrivere, conoscere nuove storie e osservare il mondo, soprattutto attraverso le lenti di una macchina fotografica.