Le zuppe: un prezioso aiuto per la dieta

immagine

Una zuppa? Sì, grazie! Nelle rigide giornate invernali non c’è modo migliore per iniziare un pasto, del lasciarsi avvolgere dal gusto morbido di una zuppa di verdure.

Una miscela vellutata di ingredienti che riscalda anche i più freddolosi e crea un’atmosfera di convivialità raccolta, che ha il “sapore di casa”. Già sappiamo, inoltre, che le minestre di verdure sono ottime alleate di chi vuole seguire un regime dietetico ipocalorico: a questo proposito una conferma arriva da uno studio condotto su circa 100 giapponesi e pubblicato sulla rivista Journal of the American Dietetic Association, secondo il quale un consumo abituale di zuppe aiuta a tenere sotto controllo la circonferenza della vita ed il rapporto circonferenza vita-fianchi.

Iniziare un pasto con una zuppa è dunque un’ottima strategia per il controllo del peso: il consumo di una minestra, infatti, offre una sensazione di sazietà che permette di introdurre meno calorie con le portate successive. Fondamentale è il ruolo della colecistochina, un ormone secreto dall’intestino dopo il pasto, che aiuta a ridurre il senso di fame – per questo motivo è noto come ormone della sazietà. I livelli di colecistochina nel sangue aumentano sensibilmente con il consumo di una zuppa, consentendo quindi di ridurre l’apporto energetico di un pasto.

In quale misura? Quante calorie in meno vengono assunte complessivamente quando mangiamo una minestra? Ben il 20%. A rivelarlo è uno studio condotto presso la Pennsylvania State University e pubblicato su Appetite. Attenzione però: se preparate la vostra zuppa con il metodo svuota-frigorifero, mettendo in pentola tutto quello che vi capita sotto mano, non lamentatevi se, invece di ridursi, il vostro girovita si allarga progressivamente. Una minestra consumata ad inizio pasto, infatti, deve fornire in media 150 calorie: potete quindi dare libero sfogo alla fantasia inserendo verdure di ogni tipo, tagliate o frullate, ma non esagerate con i condimenti ed altri ingredienti che di dietetico non hanno proprio nulla: al posto di una zuppa “truccata” è più onesto un ricco piatto di pasta

Se poi siete in fissa con le calorie, leggete la nostra guida agli alimenti brucia grassi!

Francesca Di Giorgio