Fumo: aumenta la percezione del dolore nei malati di tumore

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il fumo: una cattiva abitudine da perdere per migliorare la qualità della vita, e sentirsi più in armonia con il proprio corpo: un principio che vale per tutti gli irriducibili della sigaretta, ma che in modo particolare devono tener presente coloro ai quali è stato diagnosticato un tumore.

Purtroppo, venire a conoscenza di essere stati colpiti dal cancro non sempre comporta la conseguente adozione di uno stile di vita più equilibrato, dal quale siano banditi tutte le cattive abitudini tra cui l’alcol, gli eccessi a tavola ed il fumo.

Le conseguenze, però, sono molto pesanti: secondo uno studio compiuto da un gruppo di ricercatori statunitensi guidati da Joseph W. Ditre del Dipartimento di Psicologia della Texas A&M University e pubblicato sulla rivista Pain, i pazienti oncologici che non dicono addio alle sigarette, avvertono una sofferenza più acuta rispetto a chi invece non è schiavo del fumo.

Gli studiosi hanno intervistato 224 persone affette da tumori di vario tipo chiedendo loro quali sofferenze avvertissero, quanto queste influissero sullo svolgimento delle loro attività quotidiane e provocassero disagio psicologico. Dai risultati è emerso che i malati fumatori percepiscono un dolore più acuto rispetto agli altri. Non solo: tra gli ex fumatori, chi aveva abbandonato le sigarette da più tempo stava meglio di chi invece aveva da poco rinunciato al fumo. I ricercatori hanno anche dimostrato, con altri studi, che smettere di fumare garantisce anche una più efficace riuscita delle terapie anti- cancro. Secondo il dottor Ditre “I medici devono dare maggiore assistenza ai loro pazienti per aiutarli a smettere di fumare . Anche se servono ulteriori chiarimenti e ricerche più approfondite per capire i meccanismi che legano la nicotina alla percezione del dolore, è fondamentale proporre sempre ai malati oncologici le varie strade per smettere e indirizzarli ogni volta possibile a un centro antifumo“.

La battaglia contro il tumore va combattuta con tutte le armi a disposizione, in prima istanza con la prevenzione.

Rinunciare alle sigarette, perciò, è un importante regalo alla propria salute e, è stato dimostrato, rende anche più felici. E non solo. Ricordate i nostri 10 buoni motivi per smettere di fumare?

Francesca Di Giorgio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin