Come pulire le orecchie correttamente e in sicurezza

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Prima di comprendere come rimuovere il cerume in eccesso dalle orecchie, è importante… capire cos’è il cerume!

Innanzitutto, è bene sottolineare come il cerume sia più utile di quanto si possa pensare. È infatti una sostanza naturale, completamente sana, prodotta dal proprio corpo per poter svolgere diverse funzioni essenziali.

Il cerume serve ad esempio a intrappolare minuscole particelle di sporco, cellule morte della pelle e polvere, filtrandole fuori e lontano dal timpano e dall’orecchio interno. Si tratta di una funzione protettiva di autopulizia, e serve anche a lubrificare i canali dell’orecchio, evitando che diventino secchi e pruriginosi.

A volte, tuttavia, la produzione di cerume va “fuori controllo”, esacerbata da una serie di pratiche o condizioni non particolarmente benefiche, come l’uso eccessivo di auricolari o cuffie, la rimozione impropria a casa, e soprattutto con l’uso eccessivo di cotton fioc o altri oggetti, il nuoto, l’uso di apparecchi acustici non puliti correttamente, fattori genetici come orecchie pelose, canali uditivi stretti, eczema e lupus, infezioni all’orecchio, e così via.

Come capire che c’è bisogno di pulire le orecchie

La pulizia delle orecchie dovrebbe essere effettuata regolarmente, senza trascurare questo importante elemento del proprio corpo.

Tuttavia, anche se si è particolarmente attenti alla pulizia delle orecchie, potrebbero esserci alcune situazioni in cui tale cura dovrebbe essere ancora più attenta.

In particolare, i sintomi di un tappo di cerume nell’orecchio sono particolarmente evidenti: si ha spesso la sensazione di “pienezza” nell’orecchio, ci sono delle “perdite” dall’orecchio, si ha una perdita parziale dell’udito, un forte prurito e il c.d. tinnito, ovvero un ronzio nell’orecchio, spesso molto fastidioso e a volte in grado di pregiudicare correttamente il riposo, considerato che potrà essere avvertito in qualsiasi momento della giornata (molte persone riferiscono tuttavia di sentirlo in maniera più distinta proprio durante la notte e al risveglio, di prima mattina).

Come pulire l’orecchio da soli

In generale, il trattamento di un blocco di cerume a casa è altamente sconsigliabile, soprattutto nei casi più gravi. Soprattutto se il canale uditivo è completamente ostruito, non si dovrebbe tentare di risolvere il problema da soli. La cosa migliore da fare è consultare un otorinolaringoiatra, che potrà certamente effettuare una diagnosi puntuale del problema manifestato e, una volta accertato che il problema è relativo proprio a un tappo di cerume, procedere con i migliori processi per poter liberare il condotto uditivo da questo blocco.

Ciò premesso, e avvertiti nuovamente tutti i nostri lettori e tutte le nostre lettrici della necessità di evitare qualsiasi tipo di fai-da-te, che potrebbero peggiorare la propria condizione di salute, se il blocco è solo parziale e il canale uditivo è solo leggermente sporco si può comunque cercare di procedere con una pulizia autonoma, da fare sempre con la massima cura e cautela.

Per far ciò, inizia con il far entrare acqua leggermente calda o una soluzione salina nel canale uditivo. Si può anche considerare di acquistare un kit apposito di pulizia dell’orecchio, che può essere facilmente comprato in commercio (noi ti consigliamo comunque di comprare solo quelli che possono essere trovati in farmacia). Evidentemente, segui questo percorso solo se i timpani sono intatti e non ci sono segni di perforazione, come dolore, pus o drenaggio sanguinolento.

Fatto questo, aspetta qualche minuto che l’acqua tiepida ammorbidisca il cerume, quindi drena attraverso l’orecchio esterno. Mentre si fa questo, si può anche pensare di masticare e di muovere la mascella per poter agevolare la pulizia.

Tampona l’apertura dell’orecchio molto delicatamente con un panno pulito. In alternativa, usa acqua ossigenata o gocce da banco per eliminare il cerume, seguite da un risciacquo. Fai questo con parsimonia, poiché un uso eccessivo può causare un’infiammazione!

Se possibile, cerca sempre l’aiuto di un medico e far eseguire la rimozione del cerume da un professionista. Le strutture dell’orecchio sono incredibilmente delicate e l’eccesso di cerume può danneggiare i timpani. Anche se non c’è alcuna rottura, si consiglia di visitare pur sempre il tuo otorinolaringoiatra, poiché in alcuni casi potrebbe essere necessario un intervento medico. Coloro che indossano apparecchi acustici o nuotano regolarmente possono altresì richiedere un’ulteriore cura del canale uditivo per prevenire le infezioni.

Cosa non bisogna fare quando si puliscono le orecchie?

Considerato che stiamo parlando di questo argomento piuttosto delicato, possiamo cercare di integrare le riflessioni che sopra abbiamo formulato per te con alcune cose che non si dovrebbero mai fare quando si tratta di pulire le orecchie.

Per prima cosa, non usare cotton fioc, puntine da disegno o altri oggetti simili e appuntiti, perché non solamente non ti garantiranno alcun risultato positivo, ma potrebbero addirittura esacerbare l’accumulo di cerume e persino danneggiare il canale uditivo. Insomma, meglio ricorrere solo ed esclusivamente a quegli strumenti che saranno in grado di darti una mano per poter raggiungere l’obiettivo della pulizia delle orecchie dal cerume, evitando di ricorrere a degli stratagemmi di indubbia validità.

In secondo luogo, non tentare di fare lavaggi delle orecchie con una delle tante mirabolanti “ricette” che puoi trovare online. Non puoi certo essere sicuro che si tratti di un percorso realmente sano e sicuro, e nella migliore delle ipotesi i benefici saranno molto discutibili. Il lavaggio delle orecchie, se fatto in modo improprio, può causare danni gravi e permanenti.

Ancora, evita del tutto di usare tamponi di cotone. Immaginate un tubo stretto che vuoi liberare dallo sporco con un lungo bastone. Il bastoncino che usi è solo marginalmente più stretto ma molto più corto del tubo stesso! Detto ciò, dovresti ben riuscire a capire del perché questa non è una strategia efficace e, anzi, corre realmente il rischio di peggiorare la situazione.

Allo stesso modo, quando si infila un bastoncino di cotone nel canale uditivo, si finisce per spingere il tappo più in fondo, rendendo sempre più complicata l’operazione di pulizia. Non solo così facendosi si può bloccare completamente l’uscita, ma si rischia anche di danneggiare il timpano. Un’altra possibile complicazione è quando il cerume si indurisce proprio al timpano, il che può portare ad una drastica perdita dell’udito.

Per riassumere, quando possibile, chiedi sempre al tuo medico di rimuovere il cerume per te. E se si sospetta di soffrire di un’ostruzione dell’orecchio, contatta un professionista evitando qualsiasi tipo di procedura fai-da-te.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, collabora dal 2005 con alcuni dei principiali network nazionali dell'informazione online.