come pulire piante di casa

Come pulire le piante di casa

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Le piante d’appartamento hanno bisogno di qualche attenzione in più dell’acqua e della luce del sole per mantenersi sane e avere un aspetto migliore. Per esempio, rimuovere la polvere e lo sporco dalle foglie migliora la penetrazione della luce e riduce i parassiti, due cose che si tradurranno in piante più sane e felici.

Proprio per questo motivo oggi vogliamo parlarti della corretta pulizia delle piante di appartamento, nella speranza che tu possa prenderti una migliore cura delle piante di casa, contribuendo al loro benessere più a lungo. Andiamo con ordine!

Perché pulire le piante d’appartamento?

Le piante hanno bisogno della luce del sole per la fotosintesi, il processo metabolico che le mantiene vive e in crescita, e a proposito, ci fornisce l’ossigeno per respirare. Foglie polverose e sporche limitano la quantità di luce che raggiunge la superficie della foglia e riducono la salute. Le foglie sporche possono anche aumentare i problemi di insetti e malattie.

Quindi pulire le foglie fa più che rendere le piante più belle. Le rende più sane e può ridurre parassiti e malattie.

Come pulire le piante d’appartamento

Le tecniche di pulizia delle piante di appartamento variano a seconda del tipo di foglie delle piante. Proviamo a sintetizzare le principali tipologie.

Foglie lisce e senza peli

Spolverare leggermente le foglie con un panno elettrostatico usa e getta o un panno in microfibra riutilizzabile. Poi, pulire entrambi i lati delle foglie con un panno morbido inumidito con acqua tiepida.

Usa un flacone spray per rimuovere lo sporco pesante o crostoso. Mescola circa ¼ di cucchiaino di sapone liquido per piatti delicato in 1 litro di acqua tiepida. Spruzza sulla la pianta, risciacqua con acqua fresca e, se possibile, asciuga le foglie con un panno morbido e umido.  L’ideale sarebbe farlo all’aperto, all’ombra o in una giornata nuvolosa. Puoi anche pulire le piante più grandi nella doccia o nella vasca da bagno. Mettile su uno sgabello impermeabile in modo da poterle girare facilmente per pulire tutti i lati.

Puoi tenere le piante piccole a testa in giù e scuoterle in un secchio di acqua tiepida. L’aggiunta di un paio di gocce di sapone liquido per piatti delicato aiuterà a rimuovere le macchie. Assicurati solo di sciacquare la pianta con acqua pulita dopo. Mantenere il terreno al suo posto mettendo un foglio di alluminio o una pellicola di plastica sopra la parte superiore della zolla.

L’uso di prodotti professionali per lucidare le foglie (venduti nei vivai e nei centri di giardinaggio) su piante dalle foglie lucide o dure, come filodendri e alberi della gomma, darà loro una lucentezza extra.

Foglie pelose

Non usare l’acqua sulle foglie pelose, perché questo potrebbe favorire l’insorgenza di causare macchie. Usa invece una spazzola morbida o aria compressa per rimuovere lo sporco e la polvere. L’aria compressa va bene anche per togliere la polvere dai cactus.

Quanto spesso si dovrebbero pulire le piante d’appartamento?

La frequenza della pulizia delle piante di appartamento dipende da quanto è polverosa la tua casa. Di solito, però, è facile dire quando le piante d’appartamento hanno bisogno di essere pulite: prima di tutto, sembrano sporche e non così sane o luminose come dovrebbero essere. Confermalo passando il dito su una foglia.  Se si vede un segno di strisciata o si sente la polvere sotto le dita, è probabilmente il momento di pulire le foglie.

Nei freddi climi invernali, dove sciacquare le piante più grandi all’aperto non è un’opzione per tutto l’anno, fai alle piante una doccia annuale all’aperto durante la stagione calda. Questo è importante anche per le piante che hanno passato l’estate all’aperto.

Controlla spesso le tue piante d’appartamento

Mentre pulisci le tue piante d’appartamento, cerca potenziali problemi per la loro salute. Ecco cosa fare:

  • Ispeziona le foglie. Molti insetti, compresi gli acari e le mosche bianche, amano nascondersi sotto le foglie, quindi assicurati di capovolgere le foglie e cerca da vicino gli insetti. Controlla anche la nuova crescita che gli afidi amano nutrire.
  • Controlla dove le foglie incontrano gli steli. Gli insetti spesso si annidano in questo punto protetto, specialmente gli acari e le cocciniglie.
  • Controlla gli steli. Dovrebbero essere forti senza crepe o trasudazioni. Anche le cocciniglie e le cocciniglie si concentrano lungo gli steli. Gli steli deboli possono essere un segno di luce insufficiente.
  • Ispeziona il terriccio. Molti insetti passano parte del loro tempo o del loro ciclo di vita nel terriccio. Polvere bianca, crosta o poltiglia sulla superficie del terreno potrebbe essere muffa o accumulo di sale solubile /cristallino). Raschia delicatamente l’uno o l’altro. Annaffia meno per ridurre la muffa o le alghe. Innaffia molto per eliminare i sali.
  • Imparare a riconoscere i parassiti. Conoscere gli insetti e le malattie comuni delle piante d’appartamento.
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, collabora dal 2005 con alcuni dei principiali network nazionali dell'informazione online.
Seguici su Facebook