Condizionatori, costi e consigli sul montaggio e smontaggio

condizionatore

È possibile smontare e rimontare un condizionatore per traslocarlo in un’altra abitazione: si tratta di un’operazione semplice che richiede poco tempo ma che è opportuno far eseguire a personale specializzato.

Vediamo quali sono i prezzi dei condizionatori soprattutto i costi per smontarli e rimontarli in caso di trasloco e le principali differenze.

Condizionatori fissi: caratteristiche e differenze

Prima di vedere come smontare e rimontare un condizionatore fisso, vediamo quali sono le caratteristiche.

Un condizionatore fisso è costituito da una o più unità interne o split che vengono montate sulle pareti dell’abitazione e può essere dotato o meno di un’unità esterna collegata agli split.

Nei condizionatori privi di unità esterna, il motore è incorporato nello split, mentre nei condizionatori con unità esterna il motore viene installato all’esterno dell’abitazione, generalmente in prossimità dello split.

I condizionatori fissi con unità esterna sono sicuramente i più diffusi poiché risultano più efficienti e meno rumorosi, ma in alcuni casi si preferisce optare per una soluzione priva di motore esterno, ad esempio perché i regolamenti condominiali non consentono l’installazione dell’unità esterna sulla facciata o sui balconi.

Inoltre in caso doveste traslocare, smontare e rimontare un condizionatore privo di unità esterna sarà sicuramente più semplice.

È comunque possibile smontare e rimontare un condizionatore fisso con unità esterna: vediamo come.

Smontare come si fa e quanto costa

Smontare e rimontare un condizionatore fisso è un’operazione abbastanza semplice ma occorre avere un po’ di esperienza nel fai da te prima di potersi cimentare.

Per poter smontare i condizionatori fissi con unità esterna è necessario recuperare il gas all’interno dell’impianto per evitare di disperderlo nell’ambiente.

L’operazione è abbastanza semplice per chi ha dimestichezza con lavori idraulici: occorre accendere il condizionatore alla massima velocità a 16°C e accedere ai raccordi presenti sull’unità esterna.

Dopodiché con una brugola si chiuderà il rubinetto del compressore e, dopo un minuto, si procederà chiudendo anche quello dell’aspirazione: in questo modo il gas in circolo verrà recuperato nell’unità esterna e si potranno tagliare i tubi per proseguire con lo smontaggio, questa volta a macchina spenta e senza corrente elettrica.

Quando si rimonterà l’apparecchio nella nuova abitazione, dopo aver effettuato i collegamenti, si andranno ad aprire i rubinetti e il gas ritornerà in circolo.

Pur trattandosi di un’operazione abbastanza semplice, è preferibile rivolgersi a un tecnico per recuperare il gas, smontare il condizionatore e rimontarlo in un’altra abitazione: questo garantirà di evitare pericolose perdite di gas nell’ambiente e di poter contare su un lavoro svolto in modo professionale.

In genere il costo relativo allo smontaggio del condizionatore è di poco superiore a 50 euro per unità da smontare: spesso i tecnici includono questo costo nell’installazione del condizionatore nella nuova abitazione, per cui risulta più conveniente affidarsi a personale specializzato, soprattutto se non si ha dimestichezza con il fai da te.

Montare il condizionatore in un’altra abitazione

Dopo aver recuperato il gas e smontato il condizionatore è possibile rimontarlo in una nuova abitazione. La difficoltà nell’installare il condizione dipende da diversi fattori.

Innanzitutto, la casa può avere una predisposizione per l’impianto: questo rende più semplice il montaggio del condizionatore poiché è sufficiente fissare esternamente l’unità motore con le apposite zanche da ancorare al muro e montare all’interno lo split o gli split effettuando i collegamenti necessari.

Se l’abitazione non è già predisposta ma il condizionatore ha un solo split, la soluzione migliore più semplice è quella di montare le due unità sulla stessa parete, effettuando un foro nel muro per il passaggio dei tubi.

Più complicato è invece il caso in cui il condizionatore sia dotato di più di uno split, poiché in assenza di predisposizione sarà necessario installare delle canaline esterne che consentano il collegamento tra unità esterna e unità interne.

Se non si è abbastanza esperti nei lavori idraulici ed elettrici, il consiglio è quello di affidarsi a un tecnico specializzato che eseguirà il lavoro in poche ore.

Il prezzo per l’installazione del condizionatore varia da un minimo di 300 euro a un massimo di 800 circa a seconda che si tratti di un condizionatore con o senza unità esterna e in base al numero di split da collegare al motore.