Alzheimer malati sono in aumento

Alzheimer: malati in aumento e costi superano 1% Pil mondiale

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Si svolgerà il prossimo 21 settembre la XVII Giornata mondiale dedicata all’Alzheimer e già è stato pubblicato il Rapporto in cui sono resi noti i dati relativi ai costi che la malattia ha nella società.

Oltre 604 miliardi di dollari, l’1% del Pil mondiale e, secondo il Rapporto mondiale, la mancanza di cure farà aumentare i malati a 65,7 milioni di malati nel 2030 e 115,4 milioni nel 2050.

Spiega Gabriella Salvini Porro, presidente di Alzheimer Italia: “Se la cura per la demenza fosse un’azienda, sarebbe tra le più grandi compagnie, più di Wal-Mart (che fattura 414 miliardi di dollari) o della Exxon Mobil (che ne fattura 311)“.

Le cifre della spesa per l’Alzheimer riguardano oggi 35,6 milioni di malati nel mondo, 7,3 in Europa e 1 milione in Italia.

In più, secondo il Censis in Italia la spesa globale annua media per singolo paziente è pari a circa 60 mila euro. Quasi tutto ricade sulle spalle dei familiari, che sostengono una spesa di 9 miliardi di euro ogni anno per retribuire badanti e infermieri.

E le famiglie sono quelle che devono affrontare più problemi, nella quasi totale assenza di punti di riferimento. È per questo che “Alzheimer Italia” in Lombardia metterà a disposizione di tutte le Regioni che lo vorranno il proprio database nel quale sono censiti 340 servizi: 81 unità di valutazione (Uva), 82 nuclei Alzheimer, 12 centri diurni, 155 centri diurni integrati, 9 istituti di riabilitazione, 52 nuclei per ricoveri temporanei.

Germana Carillo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, classe 1977, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing e correzione di bozze. Direttore di Wellme.it per tre anni, scrive per Greenme.it da dieci. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Seguici su Facebook