alzheimer ferro

La lotta all’Alzheimer ha il sapore della cannella

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Proprio così. Secondo i ricercatori dell’Università di Tel Aviv, la cannella può bloccare lo sviluppo dell’Alzheimer.

Con un estratto chiamato CEppt, gli studiosi hanno preparato e miscelato una soluzione acquosa con l’acqua che beveva un gruppo di topi geneticamente modificati affinché sviluppassero una forma aggressiva di Alzheimer. Dopo 4 mesi, si è verificato un rallentamento dello sviluppo del morbo proprio grazie all’assunzione di quella soluzione acquosa.

In più, la longevità dei topi malati risultava praticamente comparata a quella dei topi sani.

Una importante scoperta, insomma, considerando soprattutto che si tratterebbe di un rimedio naturale, in grado, in ogni caso, di inibire la formazione degli aggregati della proteina beta amiloide e dei grovigli neurofibrillari che si trovano nel cervello dei malati di Alzheimer.

Lo studio è stato pubblicato su Plos One e condotto dal dottor Michael Ovadia e i colleghi Ehud Gazit, Daniel Segal e Dan Frenkel del Dipartimento di Zoologia dell’UTA.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Magazine d'informazione online su tematiche legate al benessere, alla bellezza e alla salute. Comunichiamo i metodi del come stare bene e meglio.