apparecchi acustici

@123rf

Gli apparecchi acustici, per ridare qualità alla vita: ampia scelta in termini di costo, utilizzo e modelli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La gioia di tornare a sentire è un sentimento pieno e appagante. Sentire poco e male provoca un profondo isolamento sociale, che possiamo superare brillantemente scegliendo d’indossare uno fra i migliori apparecchi acustici.

Le soluzioni di ultima generazione, messe a disposizione dal mercato, offrono una vasta gamma di apparecchi, frutto di tecnologie sempre più avanzate.

Gli apparecchi acustici e le diverse fasce di prezzo

Quanto costano gli apparecchi acustici? La risposta non può essere univoca perché il mercato mette a disposizione un ampio assortimento di modelli, con soluzioni per tutte le tasche e personalizzazioni di sorta.

Il costo di un apparecchio acustico è direttamente proporzionale alle funzionalità di cui dispone. La scelta deve tenere nella più stretta considerazione le esigenze individuali, lo stile di vita, il livello di deficit uditivo sul quale intervenire. Un buon apparecchio acustico ha un’eccellente qualità del suono, non produce disturbi e isola i rumori provenienti dall’esterno. Inoltre la trasmissione del suono deve essere perfettamente regolabile.

In fatto di prezzi abbiamo a che fare con fasce differenziate. Si parte dalle funzioni base offerte dai mini amplificatori digitali dell’udito, disponibili anche online a partire dai 50 euro o poco più,  per passare a un ventaglio di soluzioni che va dai 600 ai 3mila euro.

Il massimo comfort è garantito da una protesi personalizzata, studiata ad hoc in base alle esigenze. Una soluzione di questo tipo consente di avere anche in futuro un’assistenza costante, per risolvere ogni tipologia di dubbio o problema.

Oggi la soluzione all’avanguardia è figlia della tecnologia digitale, che garantisce un suono naturale e permette di percepire tutte le possibili sfumare dell’audio e del parlato. 

Il prezzo finale di un apparecchio acustico dipende essenzialmente da quattro fattori:

  • funzioni;
  • tipologia;
  • dotazione tecnica;
  • e infine dimensione della protesi acustica.

I nuovi modelli disponibili, come si usano

I nuovi modelli di apparecchi acustici sono comodi e decisamente discreti quando si tratta di soluzioni endoauricolari, praticamente invisibili perché collocate all’interno del condotto uditivo.

Parliamo di soluzioni potenti e pratiche nel caso di apparecchi acustici retroauricolari, da sistemare con assoluta riservatezza dietro l’orecchio.

Amici dell’ambiente i modelli in versione ricaricabile non necessitano del cambio di batteria. Collocati la sera nell’apposito supporto si caricano nell’arco della notte, e la mattina seguente sono pronti all’uso.

La soluzione più avanzata è sicuramente quella offerta dagli apparecchi acustici digitali, studiati a misura d’udito. Completato il test audiometrico il tecnico audioprotesista inserisce i risultati in un programma e regola l’apparecchio in basa alle esigenze, in maniera certosina grazie all’uso del computer.  

Gli apparecchi digitali offrono un suono nitido ed estremamente naturale e un’eccellente chiarezza e comprensione del parlato, riducendo al minimo i rumori esterni. Inoltre, grazie alla tecnologia wireless, è possibile ascoltare la TV e il cellulare attraverso l’apparecchio stesso.

Test gratuito nei centri specializzati nel recupero dell’udito

Presso i centri specializzati nel recupero dell’udito di norma viene eseguito gratuitamente il controllo dell’udito, e la prova dell’apparecchio acustico adeguato alle necessità ed esigenze.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Magazine d'informazione online su tematiche legate al benessere, alla bellezza e alla salute. Comunichiamo i metodi del come stare bene e meglio.
Seguici su Facebook