Cancro della pelle: attenzione ai tatuaggi

tatuaggi cancro pelle

Attenzione ai tatuaggi. Gli inchiostri che li compongono potrebbero essere la causa di seri problemi per la pelle. Essi potrebbero provocare allergie o infezioni più o meno gravi, ma anche determinare danni molto preoccupanti, come il cancro della pelle. I tatuaggi rappresentano una moda rischiosa?

La tentazione di portare per sempre sulla propria pelle un segno indelebile simbolico potrebbe essere molto attraente, ma è sempre bene conoscere gli eventuali rischi a cui appare possibile andare incontro a causa di un tatuaggio. I rischi non riguardano solamente chi ha deciso di tatuarsi da poco, ma anche chi è ormai tatuato da tempo.

A ricordare come i tatuaggi possano rappresentare un fattore di rischio per la salute della pelle è la dottoressa Michi Shinohara, esperta di dermatologia presso l'Università di Washington. La dermatologa tiene a sottolineare come, sebbene la composizione degli inchiostri per tatuaggi sia stata modificata nel corso degli ultimi anni, essi possano contenere ancora delle sostanze potenzialmente pericolose per la pelle.

I pigmenti utilizzati per la fabbricazione degli inchiostri sono infatti in grado di dare adito a reazioni allergiche, che possono manifestarsi con la comparsa di eritemi, prurito e rossori. Un insieme di fastidi che può comparire anche a distanza di anni dall'effettuazione del tatuaggio, oltre che entro tempi più brevi. Coloro che sono affetti da psoriasi o eczema dovrebbero cercare di evitare i tatuaggi, in quanto in tali soggetti le reazioni avverse da parte della pelle potrebbero rivelarsi maggiori.

Una delle patologie più preoccupanti legate ai tatuaggi è rappresentata dalla sarcoidosi, che può comparire anche a distanza di anni e che può intaccare altri organi, oltre alla pelle, come occhi e polmoni. A sollevare la maggiore attenzione degli appassionati di tatuaggi dovrebbe essere però il rischio di tumori della pelle, spesso sottovalutato.

Il cancro può originarsi sulla superficie corporea coperta dal tatuaggio. Il rischio aumenta se al di sotto di tale zona si trovava posizionato un neo. La zona tatuata può essere esposta alla comparsa del cancro a causa di un trauma subito da parte della pelle. Esso può dare origine alla comparsa di sintomi molto simili a quanto correlato al carcinoma della pelle. Per distinguere le conseguenze di un trauma alla pelle da un cancro vero e proprio è necessario effettuare una biopsia.

Uno dei pericoli più comuni legati ai tatuaggi è, in conclusione, rappresentato dalle infezioni, che possono essere provocate da strumenti non sterilizzati alla perfezione, ma anche dagli stessi inchiostri utilizzati. Dati i rischi legati ai tatuaggi, prima di incidere la propria pelle con segni indelebili (o quasi) è bene pensarci due volte. È infatti possibile cancellare un tatuaggio, ma la procedura potrebbe rivelarsi piuttosto lunga e causa di ulteriori fastidi per la pelle.

Marta Albè

LEGGI ANCHE:

- TATUAGGI: STOP AGLI INCHIOSTRI CANCEROGENI

- TATUAGGIO, RISCHI E PERICOLI DELL'INCHIOSTRO SULLA PELLE