primo appuntamento

Primo appuntamento: 10 errori da evitare

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Avete ottenuto il tanto atteso primo appuntamento o state frequentando un nuovo partner soltanto da qualche tempo e ancora sentite la necessità di approfondire la vostra conoscenza reciproca: quali sono i comportamenti da evitare in proposito?

Vi sono alcuni argomenti o azioni che potrebbero scoraggiare la persona che vi si trova accanto, o potreste essere voi a trovarvi in disappunto rispetto ad alcuni atteggiamenti che non vi sentite in grado di comprendere o di affrontare. In proposito, provate a riflettere sui seguenti dieci punti e impegnatevi ad orientare il nuovo rapporto verso la giusta direzione.

1) Coinvolgimento eccessivo

Uno degli errori più comunemente commessi durante le prime uscite con un nuovo potenziale partner consiste nel lasciarsi coinvolgere in modo eccessivo dal punto di vista sentimentale. Che una persona ami trascorrere molto tempo con voi non implica che siano già nati dei sentimenti davvero profondi. Potrebbe essere dunque troppo presto per parlare di amore e per toccare argomenti di cui discuterebbe una coppia già affiatata. Meglio procedere con calma, passo dopo passo.

2) Analizzare ogni dettaglio

Analizzare in maniera eccessiva ogni frase pronunciata dalla nuova persona che si sta iniziando a conoscere ed ogni suo comportamento potrebbe spingervi ad allontanarvi da ciò che è realmente importante. Pendere in considerazione ogni minimo dettaglio di ogni uscita potrebbe generare ansia e portarvi a dimenticare l’importanza di vivere intensamente ogni momento dal punto di vista emotivo.

3) Temere un rifiuto

Esperienze passate vissute in maniera negativa e la paura di dover affrontare un rifiuto potrebbero spingervi ad agire in maniera poco spontanea e premeditata, tanto da correre il rischio di rovinare la relazione nascente. È invece bene imparare a riconoscere i diversi stadi di un rapporto e agire di conseguenza. All’inizio è bene essere cauti, ma i comportamenti più estremi dovrebbero essere evitati. Il partner potrebbe comprendere che le vostre mosse sono studiate e scoraggiarsi.

4) Fantasticare sul futuro

Fantasticare sul futuro della nuova coppia in maniera eccessiva potrebbe portarvi a dover affrontare una cocente delusione. Meglio procedere un passo alla volta e vivere il momento, prendendo ogni situazione per quella che è, giorno dopo giorno. In una fase iniziale potrebbe capitarvi di scambiare per amore l’entusiasmo del nuovo partner e di conseguenza potreste trovarvi a discutere prematuramente di convivenza o matrimonio con una persona che conoscete soltanto da poche settimane e che, spaventata, potrebbe decidere di fuggire a gambe levate.

5) Parlare dell’ex

Non parlate del vostro ex con la nuova persona con cui state uscendo. Evitate di elogiare o di denigrare i comportamenti del vostro precedente fidanzato e, soprattutto, non date inizio ad un confronto tra i due, a partire dai loro differenti modi di comportarsi, fino alle parole ed alle frasi simili che entrambi potrebbero aver pronunciato di fronte a voi. Un continuo confronto con l’ex potrebbe significare che non siete ancora pronte per una nuova relazione e che siete ancora molto legate al passato.

6) Sottoporlo ad un interrogatorio

Evita di sottoporre il nuovo o futuro partner ad un vero e proprio interrogatorio riguardo ai suoi gusti e alle sue preferenze in ogni ambito. Voler sapere a tutti i costi se a lui piacerebbe celebrare il vostro matrimonio su una spiaggia dorata potrebbe trasformarsi in un motivo di disappunto. Lasciate che la situazione si evolva in maniera naturale e scoprite il vostro nuovo compagno poco alla volta.

7) Ignorare segnali evidenti

Molte persone, nella speranza che una nuova relazione possa procedere per il meglio, tendono ad ignorare alcuni evidenti segnali negativi, cercando di analizzare il più possibile la situazione per volgerla in positivo. Se la nuova persona con cui siete uscite da poco non vi richiama entro breve, la ragione potrebbe essere lampante e sarebbe inutile trascorrere giorni ad ipotizzare giustificazione plausibili. Non saltate a conclusioni affrettate, ma cercate di chiarire da subito l’accaduto.

8) Pretendere la perfezione

Quando ci si trova alla ricerca della persona giusta con cui costruire una relazione, si tende a seguire un modello di perfezione idealizzato, che probabilmente non trova riscontro nella realtà. A causa dei modelli imposti dalla società, alcune persone sono spinte a scartare potenziali ottimi partner poiché non appaiono perfetti ai loro occhi. Non c’è nulla di male nel fissare alcuni standard, ma gli psicologi ritengono che coloro che tendono a fissare pretese eccessivamente elevate, non temono altro che di entrare in contatto intimo con una nuova persona.

9) Fingere che vada tutto bene

Se avete serie intenzioni riguardo al coinvolgimento in una nuova storia e se desiderate che essa funzioni, non dimenticate di comunicare al partner i vostri bisogni nella maniera migliore. Non nascondete i vostri bisogni nel timore di rovinare il nuovo rapporto, ma cercate di renderli noti al partner, in modo che possa agire di conseguenza. Cercate di non avvolgere la relazione in un’aura romantica che in realtà non si addice alla coppia ma, d’altra parte, siate chiari fin da subito, senza imporvi, sui vostri obiettivi e desideri.

10) Dare senza ricevere

Se vi rendete conto, dopo alcuni appuntamenti, di essere l’unica persona che si sta realmente mettendo in gioco per fare in modo che la nuova relazione funzioni, potreste trovarvi di fronte al partner sbagliato. Forse la persona che vi trovate di fronte non sta offrendo nulla in cambio dei vostri sforzi, o forse non siete pronti a mantenere a lungo il ruolo di chi comanda nella coppia. Ogni relazione dovrebbe essere equilibrata nel dare e nel ricevere, con entrambi i partner pronti a dimostrare il proprio impegno giorno dopo giorno. Se così non è, siate pronti a discuterne.

Marta Albè

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Life Coach, insegnante di Yoga e meditazione. Autrice del libro “La mia casa ecopulita” edito da Gribaudo - Feltrinelli editore.