9 cose che non sapete sui sogni

sogni

Ciascuno di noi sogna – proprio così, ogni notte, anche se poi spesso tendiamo a non ricordare l'oggetto dei nostri sogni. Da dove provengono? Cosa significano? Possiamo controllarli e provare ad interpretarli? Diciamo che in questa arte ci fa scuola un maestro illustre: Freud, che con il suo "L'interpretazione dei sogni" ha spalancato una porta sul misterioso universo onirico.

Senza addentrarci su sentieri troppo ardui da percorrere, vi proponiamo alcuni interessanti elementi su cui riflettere per ampliare le nostre conoscenze in materia di sogni.

1. Sognare può aiutare ad imparare

Se state studiando per un esame o per prepararvi ad un nuovo incarico che vi è stato affidato, considerate la possibilità di concedervi un sonnellino, oppure di andare a letto un po' prima, invece di restare tutta la notte con la testa sui libri. Per quale motivo?

Perché quando il cervello sogna aiuta ad imparare e risolvere i problemi, sostengono i ricercatori dell'Harvard Medical School. In uno studio apparso su una recente pubblicazione di Current Biology, i ricercatori spiegano che i sogni sono il modo in cui il cervello elabora, integra e comprende nuove informazioni. Per migliorare la qualità del vostro sonno – e l'abilità del vostro cervello nell'imparare – evitate rumori in camera, come ad esempio la televisione, che può influire negativamente sulla durata e la qualità dei sogni.

2. Le donne, come gli uomini, possono avere orgasmi durante i sogni

Pensate che solo gli uomini possano sperimentare questo fenomeno? Non è così, afferma Barbara Bartlik, psichiatra e sessuologa di New York. "Le donne possono avere orgasmi durante i sogni, esattamente come gli uomini" sostiene la dottoressa, che prosegue "questi orgasmi spesso accompagnano sogni erotici, ma possono anche verificarsi nel corso di sogni di altro genere. Quando le donne sognano non è infrequente che i loro genitali diventino più lubrificati. Questo accade durante la fase REM del sonno, che si verifica più volte nella stessa notte".

Una cosa simile accade agli uomini "Gli uomini possono avere erezioni durante la fase REM del sonno, indipendentemente dal fatto che stiano facendo o meno sogni erotici" spiega la dottoressa Bartlik.

3. Il sogno più comune? Il/la proprio/a compagno/a che tradisce

Se vi siete svegliate qualche volta in u n bagno di sudore in pieno inverno, dopo aver sognato che vostro marito vi stava tradendo con la vostra migliore amica, sappiate che non siete sole, afferma Lauri Quinn Loewenberg, esperta di sogni. "Il sogno più comune che viene riferito è quello di venire traditi dal proprio partner" dice Loewenberg, che ha osservato più di 5mila coppie ed ha scoperto che il sogno dell'infedeltà del partner è l'incubo che spaventa la maggior parte delle persone. Raramente ha a che fare con un fatto reale, ma piuttosto con il timore diffuso di essere sbagliati o di venir lasciati soli.

4. Si possono fare diversi sogni in una sola notte

Non esiste un solo sogno per notte, ma circa una dozzina, sostengono gli esperti, anche se non riusciamo a ricordarli poi tutti. "Sogniamo ogni 90 minuti durante la notte, ed ogni ciclo di sogni è più lungo dei precedenti – spiega Loewenberg - il primo sogno dura circa cinque minuti e l'ultimo, prima del risveglio, può durare da 45 minuti ad un'ora". È stato calcolato che, nel corso della vita, la maggior parte delle persone faccia più di 100.000 sogni.

5. Si può indugiare nel sogno dopo il risveglio

Vi siete mai svegliati da un sogno talmente bello e perfetto da augurarvi di tornare a dormire e continuarlo? Ebbene, questo è possibile! Continuate a stare sdraiati, senza muovere un muscolo e potrete rimanere in uno stato simile al sogno per alcuni minuti. "Il modo migliore per ricordare i sogni è quello di rimanere nella posizione in cui vi siete svegliati, perché quella è la posizione nella quale stavate sognando. Quando muovete il corpo, vi disconnettete dal sogno in cui eravate fino a pochi secondi prima", afferma Loewenberg.

6. Anche i sogni bizzarri possono essere interpretati

"Può sembrare strano che il fatto di sognare ad esempio una tempesta di neve possa avere qualche attinenza con la vostra vita reale, ma ci sono molti simbolismi e potenziali significati di cui tener conto in ogni sogno, bisogna solo cercarli – spiega Jeffrey Sumber, psicoterapeuta, che prosegue – il significato dei nostri sogni spesso si riferisce a cose che abbiamo bisogno di capire su noi stessi ed il mondo intorno a noi". Invece di ignorare i sogni strani, pensate a come ci hanno fatto sentire. "Noi tendiamo a scartare questi sogni legati a strane componenti, ma è il modo in cui ci siamo sentiti sognando che conta di più. Spesso sogni apparentemente strani sono strumenti che ci aiutano a vagliare la vasta gamma di emozioni che proviamo, ad esempio nei confronti di nostra madre e ci danno la distrazione necessaria, così da permetterci di sperimentare realmente tutto lo spettro di sentimenti e stati d'animo che ci attraversano".

7 I sogni ricorrenti possono essere il modo in cui la vostra mente sta cercando di dirvi qualcosa

Avete gli stessi incubi che tendono a ripresentarsi più volte? Loewenberg suggerisce di guardare ai messaggi nascosti nei sogni ricorrenti, per potervi liberare da essi. Ad esempio, un incubo molto frequente è quello in cui le persone sognano di perdere o di rompersi i denti. Per questo sogno Loewenberg raccomanda di pensare a cosa i denti e la bocca rappresentino. "Per la mente che sogna, i vostri denti, come ogni parte della vostra bocca, sono simboli delle vostre parole. Facendo attenzione ai sogni che hanno al centro i denti, potete migliorare il vostro modo di comunicare", suggerisce Loewenberg.

8. Potete controllare i vostri sogni

Secondo i risultati di uno studio condotto su 3mila persone, il controllo dei sogni può essere una realtà.

Infatti il 64,9% dei partecipanti ha riferito di essere consapevole di sognare durante il sogno stesso ed il 34% ha riferito di poter talvolta controllare cosa accadeva nei propri sogni. Farsi carico del contenuto dei propri sogni non è un'abilità che tutti possiedono, ma che può essere sviluppata secondo Bulkeley, ricercatore sui sogni. La tecnica è particolarmente utile per le persone che soffrono di incubi ricorrenti.

Il dottor Bulkeley suggerisce di fare a se stessi un discorso di questo tipo prima di andare a dormire "Se farò ancora questo sogno, ricorderò che si tratta solo di un sogno e sarò consapevole di questo". Il sognare lucidamente e consapevolmente, secondo il dottor Bulkeley, aiuta a migliorare la capacità di imparare dai propri sogni.

9. Non dovete essere addormentati per sognare

Accade, potete sognare seduti alla vostra scrivania a lavoro, in automobile, persino alla partita di calcio di vostro figlio. I sogni da vigili, da non confondere con i sogni ad occhi aperti, sono qualcosa di reale e facile da fare, sostiene il dottor Bulkeley; il primo passo è quello di pensare ad un sogno recente che avete fatto.

"Trovate un posto tranquillo e richiamate, nella vostra consapevolezza vigile, un sogno che avete fatto e lasciate che si dischiuda e riprenda forza". I sogni vigili possono essere utilizzati come mezzo per rilassarsi , ma secondo il dottor Burkeley possono aiutare anche la mente a riorganizzare i sogni compositi. "Creano una più fluida interazione tra le parti coscienti e quelle incoscienti della mente" sostiene il dottore.
Tutto chiaro? A questo punto non ci resta che augurarvi sogni d'oro!

Francesca Di Giorgio

Pin It