La "Cucinoterapia" per San Valentino: ecco perché ci mettiamo ai fornelli

immagine

Il primo ad indagare sul profondo rapporto tra cibo e amore fu il padre della psicoanalisi Freud. Poi, dai primi del Novecento teorie e ipostesi si sono alternate sull’arcano legame tra i più potenti ed ancestrali bisogni dell’uomo che, a volte, oggi sempre più spesso, presentano tratti di malattia.

Percorrere le strade che conducono alle radici profonde del nostro legame con il cibo e l’amore può aiutarci ad essere più felici e più sani, oltre che naturalmente, più consapevoli di se stessi.

Per San Valentino vi proponiamo di percorrere insieme un tratto di questo viaggio, parlando di cibo e di cucina, oltre che, naturalmente, d’amore.

Il rapporto che ognuno di noi ha con il cibo ha origini assai lontane nel tempo. Il cibo viene utilizzato fin dall’infanzia come gratificazione, conforto, sostituto dell’affetto, arma di ricatto e di offesa e, spesso, come valvola di sfogo. Certo, in quest’ultimo caso sarebbe più salutare se riuscissimo a considerarlo nutrimento e vita, attenzione e cura, socialità e comunicazione, come suggerisce la dottoressa Schira - psicologa e autrice di “Cucinoterapia”.

La dottoressa ci propone anche un interessante test orientativo per riflettere sul nostro rapporto con il cibo da cui emergono tre diverse tipologie di consumatori: i “gaudenti”, ovvero coloro che considerano il cibo un piacere della vita, i “tormentati”, che hanno con lo stesso un rapporto di amore e odio, e gli “indifferenti”, per cui mangiare è un dovere.

Ma la cosa più importante è che viene evidenziata una correlazione positiva tra cibo e benessere, tra il mescolare, impastare, creare e assaggiare e l’armonia tra corpo e anima.

Ebbene, mie care, ben sette sarebbero le ragioni per cui vale la pena cucinare:
è un atto di generosità
è un antidepressivo
è un modo per volersi bene
è un modo per voler bene agli altri
è un mezzo per tramandare il sapere familiare
è un modo per abbattere barriere culturali
ed è uno degli strumenti ideali per scatenare la propria creatività

Insomma la via più veloce per raggiungere la felicità, in coppia ma anche da soli, è quella che passa per i fornelli. Cosa cucinerete per San Valentino per essere felici e per rendere felici? Noi vi suggeriamo alcune ricette e come apparecchiare al meglio una tavola per due.

Manuela Marino

Pin It