Orgasmo precoce: è un problema anche per le donne

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Raggiungere un orgasmo in maniera troppo celere, lesta, rapida. Senza arrivare al pieno del godimento sessuale di entrambe i partners. Eiaculazione precoce? Non solo: questo problema non è prettamente maschile, perché, secondo un gruppo di medici portoghesi, anche le donne possono soffrire di “orgasmo precoce”.

Contrariamente ai luoghi comuni legati all’immaginario sulle donne e il sesso, ben il 40% delle donne raggiunge occasionalmente l‘orgasmo più velocemente di quanto vorrebbe, mentre per il 3% di loro il problema è di tipo cronico.

È quanto rivela la ricerca “Female premature orgasm: Does this exist?“, condotta dai medici dell’Ospedale Magalhães Lemos di Porto, in Portogallo, e pubblicata sulla rivista Sexologies.

Lo studio ha coinvolto 510 donne tra i 18 ed i 45 anni, a cui è stato chiesto di compiere un questionario. Di queste, il 40% ha risposto di aver occasionalmente raggiunto l’orgasmo prima di quanto desiderato. Il disturbo si è rivelato più frequente per il 14%, a cui è consigliato un accertamento clinico, mentre è cronico per il 3.3% delle intervistate. Si tratterebbe, insomma, di un problema sessuale a tutti gli effetti. E come tale andrebbe trattato clinicamente.

Il ricercatore portoghese Serafim Carvalho spiega: “Pensiamo che tale disturbo sia serio per le donne quanto lo è per gli uomini“. “Ad un estremo –continua il dottor Carvalho- ci sono donne che hanno il completo controllo del proprio orgasmo, dall’altro c’è un gruppo di donne che ammettono di avere una mancanza di controllo durante l’orgasmo, che si verifica troppo presto durante il rapporto, creando disagio personale e nella coppia“.

I risultati hanno rivelato che questa condizione può rappresentare un vero problema, da cui scaturisce un forte “disagio personale o di coppia” durante il rapporto. Per capirlo, basta leggere le parole delle intervistate: “finisco molto velocemente – ha detto una delle donne – mentre il mio ragazzo non ha la possibilità di continuare, e questo comincia davvero ad infastidirmi. Quando ho raggiunto l’orgasmo per me è difficile continuare, cambia il mio umore e gli chiedo di finire, e mi sento in colpa per questo“. La ricerca ha comunque evidenziato l’assenza di un collegamento tra la vita sessuale e la vita affettiva. Il disturbo non dipenderebbe dunque da una vita di coppia non appagante.

Insomma, il problema dell’orgasmo precoce al femminile esiste e andrebbe trattato al pari della frigidità, disturbo ben più frequente tra le donne. Resta comunque da individuarne le cause e definirne le possibili cure. Per questo le ricerche andrebbero ulteriormente approfondite. Il dottor Carvalho, nel frattempo, ha invitato le donne a parlare del proprio disagio, perché nella maggior parte dei casi “non si tratta di un problema serio“.

Roberta Ragni

Leggi anche:

COME AVERE UN ORGASMO LUNGO E INTENSO

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin