Tre yogurt a settimana: il segreto per mantenersi in linea

yogurt pressione alta danone

Sarà perché è fresco e cremoso come un gelato, ma meno calorico; sarà perché è un rompi digiuno in grado di saziare con gusto ed è disponibile in tante varianti golose; quello che è certo è che lo yogurt è un alimento la cui popolarità sembra in aumento. Merito anche delle sue tanto apprezzate proprietà dietetiche.

Ma è proprio vero che mangiando yogurt si riesce a perdere peso? Sembra di sì; questa la conclusione cui sono giunti i ricercatori della Tufts University di Boston, che hanno avviato uno studio nell'ambito del vasto progetto Framingham Heart Study Framingham Heart Study Offspring Cohort. La ricerca, pubblicata sull'International Journal of Obesity, ha preso in esame per un periodo di 13 anni un gruppo di circa 3500 persone. Gli studiosi hanno potuto notare che coloro che mangiavano tre porzioni di yogurt a settimana, nel corso di un anno registravano un aumento di peso pari alla metà di quello delle persone che invece consumavano meno di una porzione di yogurt a settimana.

Yogurt alleato prezioso della linea, dunque? Pare proprio di sì, come conferma anche la dottoressa Maria Grazia Carbonelli, direttore dell'Unità operativa dietologia e nutrizione dell'Azienda ospedaliera S. Camillo Forlanini di Roma, secondo la quale "lo yogurt è un alimento sano, nutriente, adatto anche a chi ha problemi di intolleranza al lattosio. Il suo valore calorico, però, cambia molto a seconda del tipo di latte da cui viene prodotto e dalle sostanze che vengono aggiunte. Se, dunque, lo scopo è controllare il peso, conviene orientarsi verso lo yogurt magro, eventualmente con frutta, verificandone però il contenuto di zuccheri. Per evitare di introdurne troppi, è preferibile aggiungere personalmente la frutta fresca allo yogurt. E se lo scopo è "spezzare la fame" nelle diete ipocaloriche, conviene preferire gli yogurt a maggiore consistenza rispetto a quelli liquidi, che saziano di meno".

E che dire dello yogurt greco, il quale, come è noto, presenta un più alto contenuto proteico rispetto allo yogurt tradizionale? È forse preferibile come spuntino, perché più completo da un punto di vista nutrizionale? Sembra di no, stando ai risultati di una ricerca svolta presso l' Università del Missouri e pubblicata sul Nutrition Journal.

Gli studiosi hanno preso in esame 32 donne, alle quali, come merenda, sono stati offerti, a giorni alterni, uno yogurt tradizionale, contenente 5 g di proteine, ed uno yogurt greco, contenente 14 g di proteine. Al termine dell'esperimento non è stato possibile evidenziare diversità nella quantità di cibo assunte nel pasto successivo, dunque le capacità sazianti dei due yogurt sono in pratica equivalenti. Quale scegliere, quindi? L'ultima parola sarà allora quella del palato, che vi farà orientare verso il gusto che preferite, nella certezza di consumare in ogni caso un alimento salutare e allo stesso tempo goloso.

Francesca Di Giorgio

Leggi anche:

- Yogurt? Una vera passione per gli italiani

- Yogurt e frutta: il caldo torrido si combatte così