Meno sale, più salute: 10 regole utili per grandi e piccini

meno sale piu salute regole utili


Nei piatti che generalmente mettiamo sulle nostre tavole c'è troppo sale e ciò comporta tante dannose conseguenze al nostro organismo, ecco perché è stata istituita una Settimana mondiale per la riduzione del consumo di sale che è iniziata ieri e si concluderà il 17 marzo 2013.

In Italia il consumo procapite di sale è stato stimato in 10 grammi al giorno, il doppio esatto di quanto gli esperti raccomandano come limite, ovvero 5 grammi. Un problema che riguarda i grandi ma anche e soprattutto i più piccoli: «Il sale è un nemico della salute del bambino. Spesso le mamme lo considerano alleato per facilitare l'approccio del figlio a un nuovo cibo o per stimolare il suo appetito, ma in realtà è dannoso per la sua salute, presente e futura. Esiste una relazione tra precoce esposizione al sale, sin dai primi anni di vita, e rischio di obesità e ipertensione nelle età successive: un bambino abituato a eccedere le dosi consigliate di sodio è potenzialmente un adulto iperteso» ha dichiarato Claudio Maffeis, docente di Pediatria all'Università di Verona.

L'associazione britannica Wash in occasione della settimana dedicata alla riduzione del sale ha stilato un vademecum di 10 regole utili ai genitori per evitare che i propri figli assumano troppo sale. Si tratta in realtà di consigli utili per la corretta alimentazione di tutti, grandi o piccini che siano:

1. Controllare le etichette quando si fa la spesa, preferendo i prodotti che contengano il minor quantitativo di sale.

2. Alimenti di produzione locale (ad esempio il pane), scegliere quelli con poco sale o addirittura sciapi.

3. No ai cibi pronti: è buona cosa ridurre o eliminare del tutto i sughi pronti, i cibi in scatola prediligendo invece la cucina fatta in casa dove si può dosare il quantitativo di sale a piacimento.

4. Meno sale più erbe aromatiche e spezie. A volte si può diminuire la dose di sale o eliminarla del tutto semplicemente insaporendo i cibi con erbette, spezie, limone, aceto o altri condimenti.

5. Diminuire gradualmente il sale. Per far abituare la famiglia ad un minore consumo di sale si può usare un semplice accorgimento, quello di ridurre gradualmente il quantitativo di sale utilizzato.

6. Togliere la saliera dalla tavola è un trucco per consumare meno sale. Sul tavolo si possono tenere invece olio, aceto e limone.

7. Niente sale nelle pappe dei bimbi: non solo non ne hanno necessità ma neppure sentono il bisogno di cibi troppo saporiti.

8. Preferire i formaggi freschi rispetto a quelli stagionati, troppo pieni di sale.

9. Spuntini senza sale: il migliore snack di metà mattina o metà pomeriggio è naturalmente un buon frutto o una spremuta.

10. Attività sportiva: è importante reintegrare i sali minerali persi semplicemente bevendo acqua.

 

Leggi anche:

- FORMAGGI PIÙ DANNOSI DELLE PATATINE A CAUSA DELL'ECCESSO DI SALE

- ALIMENTAZIONE, OMS: MENO SALE E PIÙ POTASSIO A TAVOLA CONTRO L'IPERTENSIONE