Bibite zuccherate: una minaccia per i denti

immagine

Bibite zuccherate: il loro consumo ha conseguenze che possono lasciarvi con l'amaro in bocca. Sì, perché la consuetudine di bere bevande con un'alta concentrazione di zucchero, come ad esempio i succhi di frutta, porta a maggiori probabilità di sviluppare denti cariati.

È quanto dimostrato da uno studio svolto dai ricercatori dell'Australian Research Centre for Population Oral Health, coordinati dal dottor Jason Armfield, su oltre 16.800 bambini e ragazzi tra i cinque ed i sedici anni.

Dalla ricerca è emerso che ben il 56% dei soggetti presi in esame consumava almeno una bibita zuccherata al giorno. La conseguenza di questa abitudine? Il 46% in più di probabilità di avere denti cariati, o con otturazioni. Il dito viene puntato contro l'elevata acidità delle bevande dolcificate, che provoca facilmente erosione dentale: a questo effetto è da aggiungere la formazione della carie, che viene favorita dallo zucchero.

Come orientare dunque le famiglie verso un consumo intelligente di queste bevande, che, come dimostrato, possono nuocere in particolar modo ai bambini, principali destinatari delle bibite dolci ed analcoliche?

Evidenziando i rischi derivanti dalla loro assunzione: i ricercatori, sostenuti anche dall' Australian Dental Association e dall'Australian Dental and Oral Therapist's Association, è l'utilizzo di specifiche etichette da apporre sulle bibite, per istruire i consumatori sui rischi per la salute dentale derivanti dal loro consumo. Una sorta di "nuoce alla salute", dunque, quasi come le sigarette.

Francesca Di Giorgio

Leggi anche:

- Zucchero: mai superare 8 cucchiaini al giorno. E attenzione ai soft drink

- Zucchero non dichiarato: 5 consigli di Altroconsumo per smascherare le pubblicità ingannevoli

- Etichette alimentari: tutte le nuove regole per i succhi di frutta

- Igiene dentale: i 10 alimenti da evitare