La colazione "da bar" aumenta il rischio di ictus

immagine

Fare colazione con cibi grassi, ricchi di zuccheri e sali, aumenta il rischio di ictus o morte precoce. Lo rivela una ricerca presentata al Canadian Stroke Congress 2012 di Calgary, svoltosi proprio in questi giorni, e pubblicata dall'Heart and Stroke Foundation of Canada.



Il problema non è il bar, ma la dieta "da bar", come è stata definita dagli studiosi. Sono molte, infatti, le persone che non riescono a resistere alle tentazioni golose ed hanno l'abitudine di fare colazione con brioche, cappuccino, caffè o tè: alimenti e bevande ricchi di grassi e zuccheri – cui bisogna aggiungere quelli ricchi di sale – che possono essere così dannosi per la salute, da aumentare il rischio di ictus o, peggio ancora, di morte precoce.

Lo studio è stato condotto in laboratorio dimostrando che un'alimentazione ad alto contenuto calorico, ricca di zuccheri e sali, provochi la cosiddetta sindrome metabolica: un insieme di fattori di rischio come alti livelli di colesterolo, glicemia, pressione arteriosa e obesità.

Il dottor Dale Corbett, direttore scientifico del Heart and Stroke Foundation, non è affatto ottimista riguardo al futuro: "Ritengo che presto inizieremo a vedere persone di 30 e 40 anni con ictus, o con demenza, a causa di questa dieta con cibo spazzatura. I giovani avranno grandi e seri problemi molto presto nella vita".
Secondo i ricercatori, inoltre, è sempre più facile danneggiare la propria salute e causare gravi conseguenze. Lo studio ha infatti mostrato come le cavie, dopo aver provato la dieta "da bar", abbiano preferito questa ad una dieta più salutare.

Nonostante sia sempre più diffusa, la sindrome metabolica può tuttavia essere prevenuta con una corretta alimentazione, l'esercizio fisico ed uno stile di vita più sano. Il pericolo sorge nel caso in cui ci siano già i sintomi. "Non siamo sicuri che la sindrome metabolica possa essere invertita – spiega Mark Bayley, co-presidente del Congresso e direttore Medicale del Neurological Rehabilitation Program presso il Toronto Rehab – Se questo non è possibile e noi continuiamo a mangiare in questo modo, allora siamo tutti una bomba ad orologeria per i problemi di salute. La sindrome metabolica e l'ictus sono preoccupazioni di salute enormi per le persone. Non possiamo permetterci di continuare a fare cattive scelte nutrizionali. La nostra dieta ci sta uccidendo".

Gli esperti, dunque, avvertono di prestare maggiore attenzione a ciò che si mangia scegliendo quotidianamente cibi sani, perché non è facile correggere i danni provocati da un'alimentazione sbagliata.

Silvia Bianchi