Padelle antiaderenti: un composto chimico danneggia il cuore?

immagine

Attenti alle padelle antiaderenti. L'esposizione al perfluorottanico (Pfoa), un composto chimico usato nella fabbricazione di molti comuni prodotti domestici, tra cui imballaggi alimentari, prodotti per la pulizia, lubrificanti e padelle col fondo antiaderente, sembra essere associata a malattie vascolari e a disturbi periferici alle arterie.

Lo rivela uno studio della West Virginia University School of Public Health di Morgantown, pubblicato sulla rivista Archives of Internal Medicine.
Gli scienziati hanno analizzato 1.216 individui, esaminando l'associazione fra i livelli ematici di Pfoa e la presenza di marker di malattie cardiovascolari e aterosclerosi. In base ai dati tratti dal National Health and Nutrition Examination Survey (NHANES) del 1999-2000 e del 2003-2004, la presenza di Pfoa aumentava di circa il doppio la probabilità di ammalarsi di malattie cardiovascolari e di poco meno del doppio la probabilità di soffrire di patologie periferiche delle arterie.

L'aumento dei livelli di PFOA è risultato associato alla presenza di queste malattie indipendentemente da fattori come l'età, il sesso, la razza o l'etnia, l'abitudine al fumo, l'indice di massa corporea, il diabete mellito, l'ipertensione e il livello di colesterolo.

"In sintesi - spiegano qui i ricercatori - in un campione trasversale rappresentativo della popolazione degli Stati Uniti, maggiori livelli di PFOA sono effettivamente associati con malattie cardiovascolari e arteriopatia ostruttiva cronica. I nostri risultati, tuttavia, devono essere interpretati con cautela". Saranno, infatti, necessari ulteriori studi prospettici per confermare o confutare questi risultati. Nel frattempo, sarebbe comunque meglio limitare o eliminare l'uso industriale di questa sostanza e altre simili.

Roberta Ragni