Succo di pomodoro contro l'osteoporosi

immagine

L'osteoporosi è una malattia che coinvolge l’apparato scheletrico: le ossa diventano più fragili e sono esposte ad un maggior rischio di frattura per traumi anche minimi.

La rilevanza che ha acquisito negli ultimi anni deriva principalmente dalla sua diffusione: l'incremento della vita media che ha caratterizzato gli ultimi decenni ha fatto salire il numero degli individui a rischio e la tendenza appare inesorabilmente in aumento.
Le cure per l'osteoporosi sono lunghe e non conducono alla guarigione, ma servono solo al contenimento della malattia. La prevenzione è quindi di fondamentale importanza e principalmente si fonda su tre punti:

1) assumere una quantità adeguata di calcio e vitamina D

2) evitare la sedentarietà, svolgendo costantemente una adeguata attività fisica

3) non fumare e ridurre il più possibile il consumo di alcol

Da oggi, abbiamo un nuovo alleato nella prevenzione di questa malattia: il pomodoro, o meglio, il succo di pomodoro. Secondo uno studio condotto da un team di ricercatori dell’Università di Toronto, basterebbero due bicchieri di succo di pomodoro al giorno per allontanare l’osteoporosi.
Secondo gli esperti, il merito è del licopene, una molecola già conosciuta per le sue proprietà antiossidanti e perché previene il tumore alla prostata.
La ricerca - diretta dal dottor Eric Mackinnon - ha esaminato 60 donne fra i 50 e i 60 anni che avevano già raggiunto la menopausa. I test sono stati fatti in due diverse fasi: nella prima le signore hanno eliminato dalla loro dieta, per un mese, tutti i derivati del pomodoro. La conseguenza è stata un aumento nel sangue del livello di N-telopeptide, una molecola prodotta quando le ossa si fratturano. Per i successivi quattro mesi (seconda fase), le pazienti sono state divise in quattro gruppi: il primo ha assunto del normale succo di pomodoro, il secondo del succo con un contenuto extra di licopene, il terzo delle pillole contenenti licopene e l’ultimo un placebo.
I risultati – pubblicati su Osteoporis International – lasciano pochi dubbi: il livello di N-telopeptide era sceso sia nelle donne che avevano preso il succo, sia in quelle che avevano ricevuto le pillole, mentre nessun miglioramento è stato riscontrato nel gruppo di controllo.
È stato stimato che la quantità di licopene sufficiente a ottenere dei benefici è 15 milligrammi al giorno: circa due bicchieri di succo commerciale, ovvero quello si trova comunemente al supermercato.
È possibile preparare del succo di pomodoro anche a casa, bastano dei pomodori maturi, del succo di limone, sale e pepe e due gocce di tabasco: lavate con cura i pomodori e passateli al setaccio, unite il sale, il pepe, il tabasco e il succo di limone e mettete tutto in uno shaker insieme a qualche cubetto di ghiaccio.

Agitate con energia, servite con un rametto di prezzemolo fresco ed il gioco è fatto!

Silvia Pluchinotta