Crema Budwig: la ricetta della colazione perfetta per tutti

Per iniziare al meglio la giornata è fondamentale carburare con una bella colazione sana e nutriente. Tra le colazioni più complete ed energetiche spicca la crema Budwig, divenuta famosa grazie a Catherine Kousmine, dottoressa specializzata in pediatria che ha dedicato la sua vita agli studi sulla correlazione tra tumori e alimentazione.

Questo tipo di colazione è uno dei pilastri del metodo Kousmine, messo a punto dalla dottoressa di origini russe per migliorare le risposte del sistema immunitario, aiutando a prevenire e combattere alcune malattie. La crema Budwig è stata ideata a partire dagli studi sull’alimentazione della farmacologa Johanna Budwig.

Preparare questa colazione nutriente è abbastanza semplice. L’importante è utilizzare prodotti freschi al fine di preservarne le proprietà. In questa combinazione di ingredienti troviamo tutto ciò di cui il nostro organismo ha bisogno per cominciare col piede giusto la giornata: omega 3 e 6 (nei semi oleosi e nell’olio di lino), proteine (ricotta, yogurt o tofu), sali minerali e fibre (banana e altra frutta), carboidrati a lento rilascio (cereali integrali) e vitamine (succo di limone e frutta).

Oltre a saziare per tutta la mattinata e a dare l’energia giusta di cui necessitiamo, la crema Budwig è davvero gustosa. Provare per credere.

Come preparare la Crema Budwig

Ingredienti

  • 2 cucchiaini di semi oleosi (zucca, girasole, noci, mandorle, nocciole, ecc.)
  • 2 cucchiaini di olio di semi di lino (o un cucchiaino e mezzo di semi di lino)
  • 1 cucchiaio di cereali integrali (crudi e macinati freschi)
  • 2 cucchiai di yogurt o di ricotta (in alternativa tofu per i vegani)
  • ½ limone (succo)
  • 1 (o mezza) banana matura o un cucchiaino di miele
  • 1 frutto di stagione (o un mix di differenti frutti, circa 100 grammi)

Preparazione

  • Per preparare questa crema è necessario avere un macinacaffè o un più moderno mixer adatto a triturare semi anche molto resistenti come quelli di lino. Con questo strumento bisogna macinare finemente semi oleosi e cereali integrali (meglio evitare il frumento che può essere allergizzante utilizzando invece avena, riso, orzo o grano saraceno).
  • A parte si possono frullare gli altri ingredienti (la frutta può essere aggiunta anche a pezzi successivamente) fino a quando non si ottiene una crema omogenea.
  • A questo punto si unisce insieme il tutto e si mangia subito in modo da ottenere, come già detto, il massimo dei benefici da questa preparazione che può essere accompagnata ad esempio da una buona tazza di té verde.

Esistono diverse varianti della crema Budwig. Ad esempio si può usare la frutta di stagione, i semi oleosi e i cereali. Inoltre, esiste anche la versione salata. Chi non ama il dolce può optare per queste due proposte:

  • lino, avena, pomodoro (100 g), sedano, yogurt, scalogno, un pizzico di sale
  • lino, riso, carota, una manciata di prezzemolo, ricotta magra, mezza mela, un pizzico di sale.

Fonte: GreenMe /Il giornale del cibo

Siciliana nata tra le pendici dell’Etna e il mare, ma trapiantata a Roma da qualche anno. Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo, è appassionata al mondo del benessere e del bio. Estremamente curiosa, ama scrivere, conoscere nuove storie e osservare il mondo, soprattutto attraverso le lenti di una macchina fotografica.