Benessere: come migliorare la vita in 8 mosse

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Vivere bene, migliorare la qualità della nostra vita: obiettivi che ci poniamo tutti, con risultati più o meno soddisfacenti. Il benessere è dato dal raggiungimento di un equilibrio – fragilissimo, diciamoci la verità – tra salute fisica e psichica; un equilibrio accresciuto da uno stile di vita sano, da rapporti interpersonali appaganti, da un lavoro gratificante.

Non siamo qui per regalarvi la formula della felicità, ma vogliamo offrirvi qualche consiglio che potrà contribuire al vostro benessere, esortandovi ad aver cura di voi: del resto, la domanda che Wellme.it vi pone non è forse “quanto Ti vuoi bene?

Partiamo da suggerimenti che riguardano la forma fisica.

Ecco la rivelazione che farà la gioia di tutti i pigri: fare addominali tutti i giorni fa male. Sì, il desiderio di avere i muscoli dell’addome scolpiti come quelli dei bronzi di Riace sovraccarica la colonna vertebrale, sottoponendola ad uno sforzo eccessivo. Niente scuse per la pigrizia, comunque: gli esercizi per gli addominali vanno alternati con altri, ma l’attività sportiva deve essere svolta regolarmente.

Ancora per la schiena, un consiglio rivolto soprattutto alle donne: anche se Mary Poppins sbalordiva tutti estraendo dalla sua borsa anche gli oggetti più stravaganti, non serve imitarla ogni giorno! Camminare con borse molto pesanti rappresenta uno sforzo notevole per la schiena, per cui le alternative sono due: seguite il suggerimento degli ortopedici, che esortano a portare uno zainetto per distribuire meglio il peso, oppure, se non riuscite a separarvi dalla vostra borsa, svuotatela del superfluo e rinunciate ad avere sempre metà degli oggetti di casa con voi, perché “potrebbero servire“.

Il buongiorno si vede dalla notte: è indispensabile riposare bene per poter poi affrontare la giornata con l’energia giusta. Fate attenzione al cuscino che avete a letto: se è ormai vecchio e deformato comporta un danno per la cervicale. Ricercatori inglesi suggeriscono di sostituire il guanciale ogni 18 mesi.

Passiamo ad alcune norme igieniche. Cercate di prendere confidenza con il filo interdentale. L’utilizzo richiede un po’ di tempo, ma vi salverà da fastidiosissime carie – e dalla salata parcella del dentista che dovrà rimuoverle – e dal rischio di proliferazione dei batteri, che dalla bocca possono diffondersi nell’organismo.

Care amiche, avete appena acquistato un vestito che vi piace tantissimo? Calma, calma, trattenete l’impulso ad indossarlo ancor prima di tornare a casa. Gli abiti esposti nei negozi vengono toccati, provati e riprovati, portati a casa e poi spesso cambiati; non è difficile immaginare in che condizioni igieniche siano al momento in cui li acquistate: prendete quindi l’abitudine di lavare tutti i capi nuovi prima di indossarli.

Ed ora qualche consiglio per affrontare meglio la vita di ogni giorno. Iniziate a tavola: perché non provate a concedervi una gratificante pausa pranzo con i colleghi, invece di trangugiare un panino in tre minuti davanti al pc, con gli occhi fissi sullo schermo? I pasti vanno consumati lentamente, per agevolare il processo digestivo ed in quanto “esseri umani” avete bisogno di soste dal lavoro e di momenti piacevoli da passare in compagnia, anche a tavola.

Arrivate a fine giornata con la lista degli impegni che continuate a posticipare di giorno in giorno? Per quanto possibile, cercate di non rimandare continuamente ciò che dovete fare: fonte di forte stress è infatti il pensiero continuamente rivolto alle cose ancora non fatte che continuano ad aumentare, inevitabilmente. Non solo: l’abitudine a rimandare, secondo alcuni studiosi americani, potrebbe favorire l’insorgere di raffreddori ed influenze. pensateci bene: stare a letto malati farebbe crescere ulteriormente il numero degli impegni non portati a termine.

Da ultimo, il suggerimento forse più impegnativo: cercate di essere indulgenti e comprensivi, di perdonare e dimenticare, per quanto possibile. L’odio e il desiderio di vendetta sono veleni che inquinano e distruggono i rapporti umani: il risentimento e l’ostilità, inoltre, come il fumo, possono “nuocere gravemente alla salute”. Uno studio dell’Università del Tennessee ha recentemente dimostrato che coloro che provano sentimenti negativi soffrono più frequentemente di pressione alta ed hanno problemi cardiaci.

Insomma cercate di essere più sereni, di volere e di volerVi più bene!

Francesca Di Giorgio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin