L’autunno è arrivato: come combattere la tristezza della fine dell’estate

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La stagione autunnale è ufficialmente arrivata e, con essa, anche la necessità di fare i conti con giornate più brevi,  temperature più fredde e l’impressione che davanti a noi vi sia un lunghissimo percorso di grigiore. È quello che negli USA chiamano fall blues, tristezza d’autunno, che nel 2020 sarà resa ancora più complicata dalla presenza del coronavirus, che nei prossimi mesi si sovrapporrà alla normale influenza stagionale e a tutti i sintomi simil-influenzali, rendendo molto più difficile cercare di districarsi tra gli uni e gli altri.

Ma che cosa si può fare per tenere a bada la tristezza tipica dell’autunno, che molte persone avvertono?

Innanzitutto, è bene considerare che è del tutto normale andare incontro a una maggiore tristezza durante questa parte dell’anno, considerato che le giornate si accorciano e si verifica un cambiamento ormonale indotto dalla diminuzione della luce del sole. A tutto ciò si deve aggiungere il fatto che con la fine dell’estate finiscono anche le vacanze, si riprende al lavoro, alla scuola e a tutte quelle faccende che generalmente inducono a maggiori stress e preoccupazioni.

Ad ogni modo, si può correre ai ripari attraverso qualche pratico accorgimento.

Per esempio, è bene cercare di idratarsi il più possibile, cominciando con un bel bicchiere d’acqua al mattino, appena ci si sveglia. Successivamente si potrà anche aumentare gradualmente tale quantità, fino ad arrivare a 2-3 bicchieri a stomaco vuoto.

Fatto ciò, bisogna altresì considerare l’importanza di una buona colazione, che deve essere abbondante e bilanciata, avere dei macronutrienti mirati a stabilizzare la glicemia ed evitare così che l’organismo produca cortisolo, l’ormone della depressione.

Inoltre, è bene “costringersi” a svolgere dell’attività fisica costante e regolare. Bastano 30 minuti al giorno di attività fisica per poter ottenere importanti benefici, come l’aumento del metabolismo, il bruciare la massa grassa, il drenaggio del cortisolo e l’incremento della dopamina, della serotonina e dell’endorfina, antidepressivi naturali.

Piccoli suggerimenti che, però, per la maggior parte delle persone potranno realmente fare la differenza!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Terratondista e positivista. Fiducioso.