immagine

Hula-hoop, bocce, corda: anche il fitness diventa vintage

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Quanti di voi non vanno in palestra perché ritengono troppo noioso fare gli esercizi e non vogliono fare uno sport di squadra perché risulta troppo impegnativo? Ma lo sport, e l’attività fisica in generale, fa molto bene, per ecco un modo alternativo per stare in forma divertendosi!

Come? Utilizzando i giochi del passato, quelli che qualcuno oggi chiamerebbe vintage e che possono essere trovati magari nei mercatini rionali di antiquariato o modernariato. Ci riferiamo soprattutto all’hula-hoop, oppure alle corde utilizzate per saltare o alle bocce per sfidare gli amici in tornei accesissimi.

Questa è la nuova moda in fatto di fitness e se teniamo presente che anche Michelle Obama, qualche mese fa, ha mostrato di utilizzare l’hula-hoop, possiamo dire con certezza che l’utilizzo dei giochi del passato prenderà piede presto anche nel nostro paese.

Grazie al movimento dei fianchi praticato per far roteare l’hula-hoop si riescono a tonificare i muscoli posteriori e gli addominali ed inoltre si riesce ad avere una postura migliore del busto e una coordinazione e una consapevolezza del nostro corpo maggiore rispetto a prima. La ginnastica che si basa su questo gioco molto in voga nell’infanzia dei nostri nonni ha preso il nome di Hula-Fit Total Body Work-Out formata da ben quattro fasi: il riscaldamento, l’aerobica, il condizionamento muscolare e infine lo stretching e il defaticamento. Basta un’ora di allenamento per bruciare 400 calorie e rimodellare il corpo.

Un altro gioco vintage tornato di grande attualità è il salto della corda che ha acquisito un nuovo nome, lo jumping rope. Il nome anglofono non deve spaventarci visto che si tratta dello stesso passatempo che praticavamo da piccoli. Serve solo una corda, che deve essere piegata a metà ed avere una lunghezza corrispondente alla distanza tra piedi e punto vita. Come si gioca o, meglio, come ci si allena? Bisogna guardare dritti avanti a sé, saltare a piedi uniti oppure alternando destro e sinistro e continuare fino a che non ci si stanca o non ci si impiglia nella corda. Lo jumping rope serve per potenziare gli arti superiori, le gambe, i polpacci e per aumentare la reattività dei muscoli dei piedi. Inoltre aiuta molto la coordinazione e la concentrazione dei movimenti. Con 15 minuti di allenamento quotidiano, seguito dallo stretching, si possono ottenere ottimi risultati.

E le bocce? I corsi per imparare a giocare a bocce si stanno diffondendo in tutte le città con una crescita delle iscrizioni da parte delle donne. E anche se sembra molto statico come gioco, può essere considerato uno sport come il golf: serve, infatti, a rinforzare i muscoli, a migliorare la circolazione e le articolazioni. Inoltre dona elasticità ed equilibrio e la ricca lista di regole potrebbe servire per tutti i giovanissimi che hanno bisogno di imparare a seguire una disciplina.

Tra gli altri giochi che sono diventati parte integrante di programmi di fitness o veri e propri sport c’è il gioco della palla, utilizzato per il dimagrimento, la tonificazione e per aumentare la resistenza, con il nome kettlebell. C’è poi il badminton (o volano) che è diventato una disciplina olimpica: è un miscuglio tra il tennis e la pallavolo e può essere giocato sia in singolo che in doppio su un campo rettangolare, diviso da una rete.

Un tuffo nei giochi del passato ci permette quindi di poter restare in forma e, se in fondo già il fatto di tornare bambini ci dona allegria, cosa aspettiamo a giocare tutti insieme per il benessere del nostro corpo?

Lazzaro Langellotti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Magazine d'informazione online su tematiche legate al benessere, alla bellezza e alla salute. Comunichiamo i metodi del come stare bene e meglio.