zenzero

Zenzero fresco: 5 benefici per la salute

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Lo zenzero è uno dei rimedi più portentosi che ci offre la natura e può contribuire a migliorare la nostra salute in diversi modi. Per ottenere maggiori benefici sarebbe meglio utilizzare lo zenzero fresco (ovvero la radice) tagliandolo a pezzettini oppure grattugiandolo. Se però non si ha a disposizione la radice, è sempre possibile optare per le compresse di zenzero che troverete facilmente in farmacia o erboristeria.

Ecco 5 occasioni in cui potete utilizzare lo zenzero:

Raffreddore e influenze

Nella medicina cinese la radice di zenzero è tradizionalmente utilizzata per pulire il corpo da quegli agenti esterni che provocano raffreddori e influenze. Se avete questi disturbi, una tazza di tè allo zenzero può aiutare a superare la malattia più rapidamente!

Nausea

Se soffrite di nausea o vi capita di avere senso di pesantezza dopo un pasto abbondante, provate a masticare per qualche minuto un pezzettino di radice o preparatevi una bella tisana di zenzero.

Per il trattamento della sindrome premestruale e dei crampi mestruali

In caso di disturbi pre-ciclo, provate a prendere un cucchiaino di zenzero fresco grattugiato masticandolo lentamente e poi bevete un bicchiere d’acqua.

Artrite

Una ricerca coordinata dal reumatologo Ray Altman ha dimostrato come lo zenzero possa essere una naturale alternativa al trattamento del dolore causato dall’artrite. Lo studio ha evidenziato come una pillola a base di estratto di radice di zenzero possa essere efficace allo stesso livello degli antidolorifici convenzionali.

Per un cuore sano

Lo zenzero contribuisce a ridurre i livelli di colesterolo nel sangue, quindi scongiura eventuali futuri rischi di arteriosclerosi, e rafforza il cuore.

Francesca Biagioli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria