I rimedi naturali contro i geloni

geloni

Col freddo e il gelo chi soffre di problemi circolatori (ma non solo) può trovarsi a combattere con i geloni.

Chiazze irregolari che assomigliano vagamente a dei lividi, dal dolore pulsante che peggiora ad ogni sbalzo di temperatura e che compaiono sulle parti del corpo più esposte al freddo. Di mira, quindi, mani, naso, mento e orecchie. Ma non scordiamoci i piedi che pure, se non adeguatamente protetti, si raffreddano facilmente...

Perché compaiono?

I geloni non sono altro che la conseguenza di una sorta di adattamento del nostro corpo al freddo. Quando il clima è molto rigido, il sangue "si ritira" per difendere le parti interne, come stomaco, reni e fegato, "abbandonando" le estremità che restano così più facilmente esposte all'azione del freddo.

Le cure

Oltre ai classici medicinali (creme al cortisone e a base di antibiotici), perché non proviamo a ricorrere a qualche semplice rimedio naturale?

Prevenzione:

Olio di iperico o melaleuca o lavanda, che svolgono un'azione curativa sul gelone e, soprattutto, prevengono il disturbo. Anche sfregare un batuffolo imbevuto con un po' di alcol etilico sulla parte interessata consente di stimolare la circolazione sanguigna e bloccare lo sviluppo di un gelone al momento della comparsa (frizioni da sospendere se il gelone ha provocato la comparsa di tagli o ferite sulla pelle).

Per i piedi:

Si può stimolare il flusso sanguigno alternando ogni 5 minuti per circa mezz'ora un pediluvio caldo, con l'aggiunta di un cucchiaino di olio alla calendula, e un pediluvio freddo. Efficaci sono anche i pediluvi caldi con il sale grosso. Dopo il pediluvio, massaggiate i piedi con olio di calendula o di arnica o o d'oliva.

Ancora la cipolla ci viene in aiuto! Per stimolare la circolazione, infatti, la si può applicare cruda sulla parte dolente, mantenendola con una garza.

Decotti da applicare:

Fate in casa un decotto di salvia, dall'azione lenitiva: fate bollire l'acqua e poi aggiungete delle foglie di salvia (5 o 6 foglie per ogni litro d'acqua). Una volta tiepido, applicate il decotto sui geloni per una decina di minuti oppure fate un pediluvio.

Tisane da bere:

Fatevi consigliare dal vostro erborista una tisana specifica per problemi circolatori, come quelle a base di centella asiatica.

LEGGI ANCHE: TISANE GUIDA ALL'ACQUISTO

La dieta:

prediligete carote, spinaci e cavoli, ricchi di beta-carotene, che serve a mantenere elastici i piccoli vasi sanguigni e la pelle, favorendo il micro-circolo. Gli agrumi, ricchi di vitamina C, contribuiscono alla salute delle pareti dei vasi sanguigni, e ananas, ricco di bromelina, dalle proprietà antinfiammatorie.

Infine, usate regolarmente una crema idratante: massaggiando riattiverete la circolazione.

DA NON FARE MAI

- Mettere una borsa dell'acqua calda sul gelone. Ricordatevi che si tratta di una infiammazione e, come tale, non gradisce il calore intenso!

- Trascurare un gelone: potrebbe significare la creazione di fessurazioni sulla pelle. In quel caso sarebbe bene intervenire con prodotti medicinali più specifici.

Leggi anche:

- MANI E PIEDI FREDDI? ECCO PERCHÉ

 

Cerca

In evidenza

Tunnel carpale: prevenzione, sintomi e c…

Tunnel carpale: prevenzione, sintomi e cure naturali

La sindrome del tunnel carpale è un disturbo delle articolazioni della mano in...

Scabbia: cos'è, come si contrae, i sinto…

Scabbia: cos'è, come si contrae, i sintomi e le cure

La scabbia è una malattia della pelle molto pruriginosa che può essere trasmes...

Orticaria: sintomi e cure naturali

Orticaria: sintomi e cure naturali

L'orticaria è una patologia che colpisce circa il 20% della popolazione in qua...

Seguici su Facebook

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Salute - Notizie

© Copyright 2009-2016 - wellMe.it è supplemento di GreenMe.it è Testata Giornalistica reg. Trib. Roma, n° 77/2009 del 26/02/2009 - p.iva 09152791001