I rimedi naturali contro eritemi e scottature

immagine

Il caldo feroce è praticamente già arrivato e gli irriducibili dell’abbronzatura (chi può) sono già in spiaggia.

Peccato, però, che non rispettare certe regole (le solite peraltro), più che un colorito da invidiare, contribuisce soltanto a beccarsi un fantastico eritema… che altro non che una reazione infiammatoria, con tutti i fastidi conseguenti: bruciore, dolore, pelle arrossata e, a volte, gonfiore e chiazze.

Eritemi e ustioni si verificano in soggetti che hanno scarse protezioni naturali (melanina) o non si proteggono con creme solari adeguate, non utilizzano cappellini, scelgono di esporsi nelle ore centrali (tipo le 13 o le 14) e magari senza ombrellone.

Le aree più colpite sono, di solito, il dorso e il petto: il sistema immunitario mette in atto una risposta di tipo allergico, con attivazione dei mastociti e liberazione di istamina sulla superficie cutanea colpita, con la tipica manifestazione di prurito, spesso molto fastidioso, nei giorni successivi.

Le ustioni solari, a seconda del grado, oltre che da infiammazione e secchezza della pelle, possono essere caratterizzate da bolle sierose e lesione degli strati più profondi della pelle, associati, nei casi più gravi, a gravi sintomi generali (febbre, ipotensione, shock termico). I rimedi per tali problematiche sono numerosi, ma non tutti adatti alle pelli più delicate: dobbiamo sottolineare, infatti, che i soggetti più vulnerabili sono i bambini, a causa della loro pelle sensibile e maggiormente reattiva.

Tra i prodotti naturali maggiormente consigliabili ci sono quelli contenenti camomilla, conosciuta per le sue proprietà lenitive e decongestionanti, oltre che per la sua grande tollerabilità. La calendula, invece, contribuisce alla rigenerazione dell’epidermide e del derma, stimolando la microcircolazione e favorendo, al tempo stesso, un’azione antinfiammatoria. La lavanda, il timo e i chiodi di garofano sono piante disinfettanti, antinfiammatorie e antidolorifiche. Sono utilissime anche le creme a base di aloe, noto per le sue proprietà lenitive, idratanti e cicatrizzanti.

Per interventi rapidi di “pronto sollievo”, in presenza di scottature, possiamo utilizzare olio d’oliva o olio essenziale di lavanda o menta per lenire la sensazione pungente intorno alla ferita. Per l’eritema è possibile applicale sulla parte interessata un po’ di succo di limone o garza imbevuta di tè freddo. Se di notte non riuscite a dormire, invece, potrebbe essere utile un bel bagno in acqua fresca con 2 cucchiai di bicarbonato di sodio.

Dato, però, che prevenire è meglio che curare, concentratevi da subito sulla prevenzione, che è possibile portare avanti già a tavola. Ecco tutti gli alimenti che favoriscono la tintarella.

E, ricordate: anche in caso di cielo nuvoloso, o in montagna, i raggi del sole agiscono ugualmente! Obbligatorio: altissima protezione. Sempre.

Chiara Casablanca

Pin It