Tutte le nuove tecniche per dire addio alle rughe

alt

La medicina estetica ha compiuto numerosi passi avanti nel trattamento delle rughe e nella prevenzione dell’invecchiamento. Potrete ora scegliere il trattamento che si adatta maggiormente alla vostra tipologia di pelle ed in base alle problematiche che essa presenta.

Dalla scelta degli integratori migliori alle nuove applicazioni laser, noi vi proponiamo le tecniche più innovative per dire addio alle rughe.

Integratori mirati
Per poter prevenire la comparsa delle rughe e rallentarne la formazione è necessario scegliere degli integratori ad hoc, a seconda delle sostanze di cui la nostra pelle ha bisogno. Per scoprirlo è possibile affidarsi ad una nuova tecnica, detta lipodomica. Si tratta di un prelievo di sangue grazie al quale viene analizzato il livello di lipidi presenti nelle nostre cellule al fine di ottenerne una mappatura nutrizionale completa che aiuterà il medico a selezionare gli integratori che fanno al caso vostro. L’integrazione passa anche attraverso gli alimenti. Tra i cibi adatti a prevenire l’invecchiamento abbiamo:

  1. more, mirtilli neri e ribes, ricchi di flavonoidi, per rafforzare le pareti delle vene;
  2. pomodori, che contengono un’alta concentrazione di licopene, un potente antiossidante;
  3. merluzzo, salmone e sardine, preziose fonti di omega-3 e omega-6, gli acidi grassi polinsaturi che ritardano l’invecchiamento

Picotage

Si tratta di una tecnica che consiste nell’iniettare acido ialuronico a livello sottocutaneo praticando piccole iniezioni ravvicinate nei punti del viso più colpiti dalle rughe. L’acido ialuronico è un attivo che permette alla cute di rigenerarsi, non svolge quindi una mera funzione di “riempimento”.

Luce pulsata
Attraverso la tecnica della luce pulsata si mira ad ottenere un foto-ringiovanimento della pelle, al fine di cancellare tutti quei segni causati da un’eccessiva esposizione al sole, come macchie scure e capillari dilatati. I tessuti interessati vengono irraggiati tramite impulsi luminosi, la cui frequenza ed intensità vengono calibrate a seconda dell’entità del problema. La luce pulsata stimola le cellule ad una maggiore produzione di collagene, indispensabile per ottenere una pelle più liscia ed un viso dai contorni rimodellati.

Creme solari anti-aging
Proteggere la pelle dall’azione dei raggi solari è importantissimo per prevenirne l’invecchiamento. Gli studi in tale campo hanno messo a punto delle nuove protezioni solari mirate ad un’azione anti-aging. Esse sono dette citoprotettive in quanto non fungono soltanto da barriera contro le radiazioni solari, ma aiutano la pelle a difendersi da sé, stimolando la a produrre acido ialuronico grazie al loro elevato contenuto di peptidi.

Cryo-roller
Si tratta di una tecnica che sfrutta l’azione del freddo per rallentare la formazione delle rughe e può essere applicata sia dal dermatologo che da ogni donna direttamente a casa propria per prolungare gli effetti della prima seduta. Lo specialista vi insegnerà infatti come utilizzare un cryo-roller, cioè un roller in acciaio da conservare in frigorifero e da passare sul viso dopo l’applicazione di creme specifiche per stimolarne l’azione benefica attraverso il freddo. Ciò che si ottiene è un istantaneo effetto lifting.

Peeling personalizzati
Il peeling agisce sull’epidermide e sul derma favorendo l’eliminazione delle cellule morte e levigando la superficie del viso, che avrà così un aspetto più giovane e luminoso. La novità consiste nel fatto che le sostanze da utilizzare per il peeling possono essere ora selezionate e miscelate in base alla tipologia della pelle della donna. Ecco che i dermatologi consigliano ad esempio l’applicazione di acido glicolico in caso di pelle sensibile e di acido salicilico in caso di problemi di acne. Le sostanze vengono applicate in quantità differenti sulle varie zone del viso e a seconda della necessità.

Dermal filler
È una tecnica di riempimento, attraverso iniezioni, delle parti “svuotate” non solo di viso e collo, ma anche di mani e piedi. La novità consiste nella totale biocompatibilità e possibilità di riassorbimento delle sostanze utilizzate. Esse agiscono in modo da creare un sostegno per la pelle, evitandone il raggrinzimento. A seconda delle zone da trattare, i punti di applicazione possono essere diversi: orecchie, guance, zigomi, collo, lati del naso, dorso delle mani e dei piedi.

Laser frazionale
La classica applicazione del laser si è evoluta. L’applicazione non avviene più tramite un unico fascio di luce. Esso viene infatti scomposto in tanti sottilissimi raggi che agiscono appena al di sotto dell’epidermide, senza lederla. L’intervento non richiede anestesia ed è adatto al trattamento di zone delicate per cui il laser tradizionale era sconsigliato. A seguito del trattamento possono comparire rossori di breve durata e sarà necessario per un certo periodo proteggere la pelle durante l’esposizione solare utilizzando creme specifiche.

Marta Albè