lavare cappello

Il modo migliore per lavare un cappello con la visiera

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il cappello non è più solo un accessorio sportivo che copre il viso dai raggi del sole, ormai è un vero e proprio accessorio di moda quasi d’obbligo, che serve a completare e rifinire un look. Rappresenta la personalità e l’audacia di chi lo indossa.

Ad oggi i cappelli con la visiera sono molto popolari e possono essere indossati in più di una stagione e occasione. Ma come ogni altro capo e accessorio d’abbigliamento, anche i cappelli tendono a sporcarsi, soprattutto nella cornice interna, cioè quella parte del cappello che poggia sulla fronte.

Come lavare un cappello con la visiera a mano

La prima cosa da fare quando si vuole procedere con il lavaggio di un capello con la visiera, è constatare se il cappello abbia una visiera in cartone, così da decidere se procedere con il lavaggio a mano o in lavatrice. Infatti, i cappelli con visiera da uomo o da donna con parti interne in plastica possono essere lavati in lavatrice. Per capire le modalità e le temperature consigliate per il lavaggio del cappello è possibile leggere le istruzioni riportate sull’etichetta.

Per il lavaggio a mano è consigliabile utilizzare delle polveri delicate, come per esempio i prodotti per lavare i capi dei bambini. Devono essere necessariamente senza cloro, perché quest’ultimo potrebbe portare via il colore.

Consigliamo, inoltre, di usare una semplice saponetta per bucato e grattarla su una grattugia così da permettere al sapone a sciogliersi prima, mentre se il tessuto presenta delle macchie di grasso, può essere utile trattare la superficie con il sapone per i piatti che è un ottimo sgrassatore.

Le macchie troppo persistenti possono essere rimosse strofinando delicatamente, con uno spazzolino, per esempio, la zona interessata e lasciarlo in ammollo per circa 10 minuti massimo. In questo modo si evita di deformare il cappello e anche la visiera.

Una volta pulito basterà sciacquare con acqua calda, in modo che tutto il sapone venga via e lasciar asciugare il cappello su un asciugamano arrotolato in modo che tutta l’umidità venga assorbita. Per velocizzare l’asciugatura è consigliabile utilizzare il phon con il getto d’aria fredda, mentre bisogna assolutamente evitare i raggi del sole che potrebbero modificare il colore.

Lavare i cappelli in lavatrice

Lavare i cappelli con visiera in lavatrice è generalmente sconsigliato, ma qualora non si abbiano altre alternative, è possibile ricorrere al lavaggio in lavatrice seguendo alcune piccole accortezze. Il lavaggio ideale sarebbe un ciclo delicato in acqua fredda, ma bisogna assolutamente escludere la centrifuga ed evitare di lavare il cappello con altri indumenti che potrebbero schiacciarlo e deformarlo.

Alcuni berretti hanno al loro interno una struttura che può essere di cartone o di plastica che serve a dare loro rigidità. Di conseguenza devono essere lavati senza applicare nessuna pressione.

Controllare la composizione dei materiali del cappello è di fondamentale importanza, perché sarà proprio quello che andrà a determinare la modalità di lavaggio.

È possibile lavare i cappelli con visiera anche in lavastoviglie, preferibilmente nel cestello superiore dove è possibile fissarlo. In questo modo il cappello rimarrà fermo e non girerà, come invece avviene nel cestello della lavatrice, garantendo all’accessorio di mantenere la propria forma.

Tuttavia, è anche possibile acquistare dei supporti per lavare i cappelli con visiera sia in lavatrice che in lavastoviglie, sebbene sia da preferire il lavaggio a mano, soprattutto quando la struttura interna del cappello è di cartone.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Magazine d'informazione online su tematiche legate al benessere, alla bellezza e alla salute. Comunichiamo i metodi del come stare bene e meglio.