Come pulire il forno con i prodotti che abbiamo a casa

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il forno è indubbiamente uno degli elettrodomestici utilizzati con maggiore frequenza. Pizza, pollo, pane, patate e tanto altro: cottura dopo cottura l’interno del forno si riempie di macchie di grasso, incrostazioni e briciole. Inoltre, il forno tende ad impregnarsi di odori, soprattutto quando si cucinano certi piatti, ad esempio a base di pesce. La pulizia di questo utilissimo elettrodomestico, quindi, andrebbe effettuata regolarmente, anche se per molte persone rappresenta una vera scocciatura.

In commercio ci sono svariati prodotti per la pulizia del forno, ma la maggior parte contiene sostanze chimiche che vengono sprigionate al momento della cottura dei cibi, diventando un rischio per la salute. Invece di ricorrere a sgrassatori aggressivi si può optare per delle alternative naturali efficaci, sicure e a basso costo. Qualche esempio? Bicarbonato, aceto, sale e limone!

Pulire il forno con acqua e limone

Il limone è uno sgrassante naturale molto potente, oltre che profumato. Per sgrassare il forno potete usare 2 limoni abbastanza grandi: tagliateli a metà e spremetene il succo su tutta la superficie. Mettete quel che rimane dei limoni, in un tegame da forno con un po’ di acqua e infornate per circa 30 minuti a 180° gradi. In questo modo l’acqua, raggiungendo temperature elevate, rilascia del vapore, che faciliterà la rimozione dello sporco. Una volta spento e raffreddato, non resta che rimuovere la sporcizia ed usare l’acqua calda con il limone per ultimare la pulizia. Così, il vostro forno sarà pulito e sprigionerà un piacevole profumo.

Pulire il forno con acqua, bicarbonato e sale grosso

Se il vostro forno è troppo sporco e pieno di incrostazioni, i detersivi liquidi potrebbero non essere d’aiuto. In questo caso si può preparare un impasto naturale con bicarbonato, acque e sale per farlo tornare come nuovo. Mettete una tazzina di bicarbonato e una di sale grosso in una ciotola per poi unirvi una tazzina di acqua. Mescolate fino a creare una sorta di crema densa. Il composto andrebbe utilizzato nel forno leggermente tiepido, quindi lasciatelo riscaldare e poi spegnetelo. Quando sarà tiepido (e non caldo al punto di scottarvi!), indossate dei guanti e spalmate la mistura di acqua, bicarbonato e sale su tutte le superfici, anche sul vetro dello sportello, e usate più vigore nei punti più incrostati. Per una pulizia più accurata lasciate agire per circa un’ora e poi sciacquate aiutandovi con un panno umido.

@Iurii Stepanov/Shutterstock

Pulire il forno con acqua, sale e aceto di mele

Usando sale e aceto (meglio se di mele) si può preparare uno scrub delicato per pulire il forno. Anche in questo caso però è necessario un po’ di calore. Riscaldate il forno almeno a 180°, spruzzate una miscela di aceto e acqua e spargete il sale su tutta la superficie del forno. Spegnete il forno e lasciate agire fino a quando si sarà raffreddato. Infine, rimuovete i residui di sporco, utilizzando una spugna umida. Grazie all’aceto, il vostro forno non sarà solo pulito ma anche disinfettato.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Siciliana nata tra le pendici dell’Etna e il mare, ma trapiantata a Roma da qualche anno. Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo, è appassionata al mondo del benessere e del bio. Estremamente curiosa, ama scrivere, conoscere nuove storie e osservare il mondo, soprattutto attraverso le lenti di una macchina fotografica.