tempo libero bambini

L’importanza del tempo libero per i bambini

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Si fa presto a dire che il tempo libero è un qualcosa di importante per qualsiasi fascia d’età. Per i bambini, però, trovare effettivamente un po’ di tempo per dedicarsi al divertimento e ai loro hobbies è diventato sempre più difficile. Con il passare degli anni, infatti, i bambini tendono a rimanere in casa senza svolgere nessuna attività extrascolastica. Ovviamente, lo studio e le attività formative sono essenziali, ma è necessario, come per ogni cosa, trovare il giusto equilibrio affinché tutto possa incastrarsi nella vita di bambini e ragazzi. In poche parole, anche per i bambini è fondamentale riuscire a ritagliarsi qualche ora dove svagarsi e staccare la spina.

I dispositivi tecnologici

La maggior parte dei bambini e dei ragazzi trascorrono del tempo utilizzando i dispositivi tecnologici, si fa riferimento alla televisione ma soprattutto a smartphone e tablet. Questi ultimi, infatti, hanno quasi mandato in pensione attività che, almeno fino a qualche anno fa, impegnava tantissimi ragazzi, come ad esempio giocare a calcio, andare in giro sulla bici, ecc. Tuttavia, in questo caso, occorre porre dei limiti, specialmente per i più piccoli. È fondamentale, in primo luogo, stabilire un limite di utilizzo dei devices (max. 1-2 ore giornaliere). Inoltre, se i bambini sono molto piccoli, è preferibile passare del tempo con loro mentre utilizzano smartphone o tv, in modo da vigilare sui contenuti e spiegare loro cosa stanno facendo o vedendo. Un’altra soluzione particolarmente interessante e divertente potrebbe essere quella di scaricare un’apposita applicazione che offre idee e spunti su lavoretti creativi da far realizzare ai bambini durante la pausa, una proposta particolarmente valida è l’App Cartoonito Che Idea. In questo modo, infatti, i bambini si divertiranno e svilupperanno anche loro creatività.

L’importanza dello sport

Riempire il tempo libero dei bambini con uno sport è essenziale per diversi motivi: li aiuta a scaricare lo stress accumulato, li educa a stare in gruppo se si tratta di sport di squadra, ed è in grado di insegnare loro anche come affrontare le sfide quotidiane. Senza sottovalutare, poi, tutti i benefici che l’attività fisica ha per il benessere fisico. Tuttavia, è necessario che il bambino veda lo sport come divertimento e non come imposizione, pertanto dovrebbe scegliere quello più adatto senza pressioni. Per i bambini è frequente provare diversi sport fino alla scelta di quello giusto, ed è compito dei genitori non scoraggiarli ma assecondare le passioni, aiutando a valutare i pro e contro di ciascuna scelta.

Lo studio di uno strumento

Un’altra attività che potrebbe essere piuttosto proficua per i più piccoli è l’approcciarsi a uno strumento musicale. Lo studio di queste materie, infatti, potrebbe essere non solo divertente per i bambini ma, al tempo stesso, potrebbe anche accendere in loro una vera e propria passione. In questi casi, tuttavia, è sempre consigliabile interpellare il bambino e non imporgli i propri gusti musicali. Ad esempio, è importante chiedergli quale strumento vorrebbe imparare a suonare, il pianoforte, la chitarra, la batteria, il sassofono ecc. In caso di dubbi potrebbe essere utile fargli fare più lezioni di prova con diversi strumenti in modo da avere maggiore consapevolezza nella scelta.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Magazine d'informazione online su tematiche legate al benessere, alla bellezza e alla salute. Comunichiamo i metodi del come stare bene e meglio.