ereditarietà tumori

Tumori: svelato il doppio ruolo dei neutrofili

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Quale ruolo svolgono i neutrofili nello sviluppo dei tumori? I neutrofili sono cellule del sangue che normalmente svolgono un ruolo di difesa dell’organismo dalle malattie. I tumori sono però in grado di attirare a sé queste cellule del sangue, rendendole in grado di favorire lo sviluppo e la diffusione del tumore stesso.

Il meccanismo attraverso cui i tumori attraggono a sé le cellule del sangue è stato individuato da parte dei ricercatori del San Raffaele di Milano. Gli esperti si sono occupati anche di ricercare una soluzione al problema. Hanno così potuto identificare una classe di molecole in grado di contrastare l’ingresso dei neutrofili nel tumore. Ciò sarebbe in grado di ostacolare la crescita e la diffusione della malattia nell’organismo.

Lo studio in questione ha ricevuto la propria pubblicazione ufficiale tra le pagine della rivista scientifica The Journal of Experimental Medicine ed è stato condotto dai ricercatori del San Raffaele in collaborazione con gli esperti delle università di Brescia, Milano e Pisa, oltre che del Karolinska Institute, con sede in Svezia, a pochi chilometri da Stoccolma.

Se l’azione dei neutrofili viene bloccata, la crescita dei tumori si arresta, secondo quanto individuato da parte dei ricercatori in laboratorio. Il nuovo studio è stato condotto sulla base di ricerche già svolte in precedenza dagli stessi esperti e riguarda la creazione di una terapia farmacologica che al momento è stata testata su alcuni tipi di tumore, con particolare riferimento ai linfomi e ai tumori polmonari.

I ricercatori sperano di poter mettere a punto nei prossimi anni nuove terapie antitumorali. Il nuovo studio ha permesso una comprensione più approfondita dei meccanismi biologici che favoriscono lo sviluppo dei tumori. Verrà mai identificata una cura definitiva per delle malattie tanto gravi? Ricordiamo che il primo passo per proteggersi dai tumori, e dalle “malattie del benessere” in generale, è la prevenzione, che consiste, ad esempio, nel seguire un’alimentazione a base di cibi vegetali e nel mettere al bando la sedentarietà.

Marta Albè

Leggi anche:

CANCRO: UN FUNGO PER CONTRASTARLO?

CANCRO: SE SEI ALTA RISCHI DI PIÙ

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Life Coach, insegnante di Yoga e meditazione. Autrice del libro “La mia casa ecopulita” edito da Gribaudo - Feltrinelli editore.