immagine

Fumo: via a immagini crude e pacchetto anonimo, no quello da 10

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La controversa e discussa guerra al fumo continua. Stavolta è l’Europa a muoversi. Dal 2015, i pacchetti da dieci e pacchetti di sigarette “slim”, cioè lunghe, saranno eliminati dal commercio.

Colpevoli, secondo il commissario alla salute Tonio Borg, di “rendere attraente il fumo e elegante il gesto di fumare“. Sul lato della confezione delle sigarette sarà precisato che ognuna di esse contiene oltre 70 sostanze cancerogene. Non ci sarà il logotipo dell’azienda produttrice, saranno vendute in pacchetti monocolore, anche con immagini delle conseguenze delle malattie da fumo, come succede già da diversi anni in Australia.

Lo scopo è quello di rendere il fumo meno attraente per gli under 18, quelli che, cioè, hanno la pià alta probabilità di cominciare. Basta aromi e confezioni accattivanti, dunque: via libera alle immagini che, invece, mostrano qualcuno dei drammi delle 700 mila morti a causa del fumo ogni anno in Europa.

Anche le sigarette elettroniche dovranno documentare gli effetti di quel tipo di tabagismo. Anche loro, come il tabacco da masticare e quello da arrotolare, saranno oggetto di una regolamentazione specifica. Regole e controlli più serrati per la vendita su internet che, negli ultimi anni, ha avuto un’impennata.

Sara Tagliente

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Magazine d'informazione online su tematiche legate al benessere, alla bellezza e alla salute. Comunichiamo i metodi del come stare bene e meglio.