immagine

Donne, gli antidolorifici riducono l’udito

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Antidolorifici e udito: l’assunzione di ibuprofene e paracetamolo, molto usati contro il dolore di vario tipo, potrebbe far perdere progressivamente l’udito alle donne.

È l’esito di alcune ricerche durate 14 anni degli studiosi americani del Brigham and Women’s Hospital di Boston. Le indagini hanno coinvolto oltre 62mila donne tra i 31 e i 48 anni e hanno rivelato che più si fa uso di antidolorifici a base di ibuprofene e paracetamolo più si corre il rischio di non sentire più.

Rispetto alle donne che assumono uno dei due principi attivi meno di una volta a settimana, quelle che ne fanno uso 2-3 volte alla settimana aumentano la probabilità di perdere l’udito, rispettivamente, del 13% e dell’11%, mentre assumere il farmaco 4-5 volte alla settimana aumenta il rischio del 21% e, soprattutto per quanto riguarda l’ibuprofene, l’aumento è del 24% se l’utilizzo ha una frequenza praticamente giornaliera.

Il motivo? Secondo Sharon Curhan, prima autrice dello studio, i farmaci antinfiammatori non steroidei ridurrebbero il flusso del sangue alla coclea – una componente dell’orecchio interno – e ne comprometterebbero il funzionamento. Infine, conclude Curhan “il paracetamolo può ridurre dei fattori che proteggono la coclea dai danni“.

Insomma, come sempre la raccomandazione è una e una sola: non fate mai di testa vostra e consultate sempre il medico prima di assumere con una certa regolarità tutti i tipi di farmaci.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, classe 1977, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing e correzione di bozze. Direttore di Wellme.it per tre anni, scrive per Greenme.it da dieci. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Seguici su Facebook