Mal di stomaco in primavera: ecco i rimedi!

mal di stomaco

Cambio di stagione, cattiva alimentazione, stress: le cause dei problemi di stomaco sono davvero tante. Scopriamo insieme le cure naturali e un efficace prodotto da banco: Geffer!

La primavera è una stagione meravigliosa: la natura fiorisce e i nostri sensi escono dal letargo invernale. Ma i cambiamenti climatici non hanno solo effetti positivi sull'organismo.

Molti di noi infatti temono la bella stagione a causa di malesseri passeggeri, per esempio i fastidiosi problemi di stomaco. Questo succede perché non cambiamo solo vestiti, ma anche alimentazione e stile di vita. Tutto ciò aumenta il lavoro del fegato e rende difficile la digestione. Anche il sistema nervoso si affatica di più e andiamo incontro perfino a mal di pancia psicosomatici.

Del resto, come è ormai noto, lo stomaco è il nostro secondo cervello. Sente e agisce ancor più del primo. Cosa fare allora?

La prima difesa è la prevenzione. Innanzitutto attenzione alla dieta: mangiamo a ore fisse, distanziando i pasti di 3-4 ore in modo che lo stomaco possa digerire con calma. Ricordiamoci di masticare lentamente e non affrettiamo il pranzo in ufficio. Portiamo a tavola alimenti ricchi di acqua e vitamine, evitando il più possibile grassi di origine animale.

In secondo luogo, è importante ridurre lo stress. Liberiamo la testa dai pensieri negativi, facciamo una passeggiata rigenerante in mezzo alla natura e cerchiamo di non leggere le e-mail di lavoro prima di andare a dormire.

Se tutto questo non bastasse, possiamo ricorrere a degli efficaci farmaci da banco per alleviare i disturbi. Come il prodotto Geffer.

Il granulato effervescente Geffer è indicato contro iperacidità, bruciore di stomaco, nausea, aerofagia e meteorismo. Basta sciogliere una bustina in mezzo bicchiere d'acqua prima dei pasti o al bisogno, due/tre volte al giorno. Un rimedio velocissimo e davvero gradevole, anche grazie all'aroma di arancia.

Scopriamo insieme in quali casi è adatto e contro quali sintomi è efficace.

Gonfiore addominale

gonfiore addominale

Il sintomo più comune è quello della tensione a livello dello stomaco. Il gonfiore addominale talvolta può essere molto evidente e anche doloroso. La causa più probabile è una cattiva digestione: Geffer in questi casi agisce alleviando la tensione e rilassando l'addome.

Bruciore di stomaco

Stomaco in fiamme: una sensazione fastidiosissima e purtroppo molto diffusa. Cosa succede in questi casi alla nostra mucosa gastrica? Semplicemente vengono prodotti più succhi gastrici del necessario. Il risultato è una forte irritazione della mucosa e uno spiacevole malessere. Qui entra in gioco Geffer che agisce come un potente antiacido!

Pesantezza di stomaco

La cattiva alimentazione porta spesso a un problema per fortuna non grave ma molto spiacevole: la pesantezza di stomaco. È una sensazione che ci impedisce di rilassarci nei momenti liberi o di studiare concentrati. Alcuni giorni di terapia con Geffer servono a migliorare subito la situazione e ad aiutare la digestione.

Nausea

nausea rimedi naturali

È uno dei disturbi più frequenti tra le persone che soffrono di stomaco, ma colpisce anche i "malaticci" occasionali: secondo le statistiche il 50% degli adulti soffre di nausea almeno una volta all'anno. Quali sono le cause?

Al primo posto si collocano i disturbi digestivi (basta anche un pasto troppo pesante). In questi casi Geffer interviene in modo davvero efficace.

Anche lo stress è tra le cause più comuni, a seguire troviamo influenza, gastrite, colon irritabile. Nei casi meno gravi, possiamo usare alcuni rimedi casalinghi per trovare un po' di sollievo.

Innanzitutto proviamo con una tisana calda, magari accompagnata da una spolverata di zenzero e una fetta di limone. Anche una bella camomilla può andar bene. Se il sintomo è troppo forte, la voglia di bere non sarà tanta, ma è importante idratarsi a piccoli sorsi durante la giornata.

Evitiamo pasti abbondanti e ricchi di grassi e preferiamo piccoli spuntini più volte al giorno. No a cibi speziati, caffeina, bibite gassate, alcolici e, naturalmente, cibi con un odore molto forte. In fondo siamo già abbastanza nauseati, no?

Dispepsia

Cosa si nasconde dietro questo nome così complesso? Un disturbo in effetti difficile da catalogare e comprendere, a volte di natura cronica. I sintomi che lo caratterizzano sono variegati e "aspecifici", cioè riconducibili ad altre patologie, o a nessuna in particolare. Troppo generici per una diagnosi precisa.

Nel primo caso, parliamo di "dispepsia organica". Richiede alcuni esami specifici (del sangue o strumentali) e la cura varia a seconda dei risultati.

Nel secondo caso, parliamo di "dispepsia funzionale". Le cause non sono chiare e quindi dobbiamo procedere per "prove ed errori": modifiche alla dieta, allo stile di vita oppure usare farmaci che possano almeno attenuarla. Anche qui Geffer agisce in modo efficace contro i sintomi generici: gonfiore addominale, bruciore di stomaco, meteorismo, leggera nausea, senso di sazietà precoce. Ma cosa fare se la fonte dei malanni è di nuovo lo stress?

Ansia e stress sono due nemici giurati dello stomaco e dell'intestino. La salute fisica, ormai lo abbiamo capito, va a braccetto con l'equilibrio psichico.

E allora cerchiamo di agire sulle cause. Prima che lo stress sfoghi sul nostro organismo, troviamo un modo per arginarlo. Facciamo attività fisica costante, dedichiamoci a lunghe passeggiate serali o mattutine, iniziamo a frequentare un corso di yoga. Oppure troviamo un hobby che ci distragga dalle preoccupazioni. La salute dello stomaco passa (anche) per la nostra mente!