Allergia all’uovo: quali sono i sintomi?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Allergia all’uovo, un disturbo che può manifestarsi sin dalla tenera età. È dunque importante per le mamme di bambini piccoli conoscere i sintomi di tale patologia, in modo da poterla identificare, con l’aiuto di un esperto, e così da poter programmare con attenzione l’alimentazione dei propri figli.

A parere di Alessandro Fiocchi, esperto di allergologia dell’Ospedale Bambin Gesù di Roma, vi sono bambini che nascono già allergici all’uovo, sebbene non abbiano mai assunto tale alimento. La sensibilizzazione all’uovo può infatti avvenire già nel corso della gravidanza stessa, oppure per via aerea.

Quali sono i sintomi dell’allergia all’uovo? Tale patologia può manifestarsi attraverso l’insorgere di dermatite atopica, un disturbo che appare sempre più frequente tra i bambini di età inferiore ai cinque anni e che viene imputato sia all’inquinamento che all’alimentazione scorretta, oltre che con il temibile shock anafilattico.

Esso è causa di difficoltà respiratorie che nei casi più gravi possono portare alla morte, se non ci si attiva immediatamente con un pronto intervento. Rinite, asma, peggioramento della dermatite atopica già presente, orticaria, vomito, diarrea e mal di pancia rappresentano un insieme di sintomi che possono comparire a seguito dell’ingestione di uova o di alimenti a base di tale ingrediente.

L’allergia all’uovo comparsa nei primi anni di vita solitamente scompare da sé negli anni successivi, nel corso della crescita. Se ciò non dovesse accadere, esiste la possibilità di sottoporsi a specifiche terapie di desensibilizzazione, da seguire sotto la guida di esperti, a livello ospedaliero.

Marta Albè

Leggi anche:

COME LEGGERE I CODICI DELLE UOVA

PASQUA: ECCO COME DECORARE LE UOVA

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Life Coach, insegnante di Yoga e meditazione. Autrice del libro “La mia casa ecopulita” edito da Gribaudo - Feltrinelli editore.