Il peggior rumore di fondo? Le telefonate altrui

peggior rumore di fondo telefonate altrui

Altro che i clacson delle automobili, i treni in corsa o due persone che litigano animatamente! Pare che il peggior rumore di fondo per chi è concentrato a studiare, lavorare o leggere sia la voce di qualcuno, vicino a noi, impegnato in una telefonata. Lo affermano gli psicologi dell'Università di San Diego, in California, secondo i quali a dare maggior fastidio sarebbe una conversazione ad una via, in cui si sente solo una parte del dialogo.

Lo studio ha coinvolto 150 studenti universitari, ai quali è stato chiesto di leggere un brano ad alta voce. I giovani sono stati divisi in due gruppi: il primo è stato esposto ad una chiacchierata tra due persone poste accanto, al secondo è stata avvicinata una persona impegnata in una conversazione al cellulare. In entrambi i casi, l'oggetto di discussione era un argomento di poco conto: le persone si mettevano d'accordo per un appartamento, discutevano di mobili da comprare, etc.

Dai risultati, pubblicati sulla rivista scientifica PLoS ONE, è emerso che, a seconda della situazione, cambiavano le reazioni dei partecipanti, impegnati nella lettura e a svolgere i questionari distribuiti loro al termine dell'indagine: il gruppo "disturbato" dal dialogo a due vie come rumore di fondo era più abile nel ricordare e rispondere alle domande finali, mentre il secondo gruppo faceva fatica a rimanere concentrato e ricordare quanto letto durante la prova.

«Vi sono molte ricerche ormai che dimostrano come il multitasking mentale non sia possibile – spiega la professoressa Galvan, autrice della ricerca – Il nostro cervello deve fare continui passaggi tra il concentrarsi a leggere e l'ascoltare un'altra cosa, e non riesce a fare le cose insieme». Tuttavia, non è ancora chiaro perché le discussioni telefoniche distraggano di più. Quel che è certo, secondo la Galvan, è che l'ascolto forzato di una conversazione a cui non siamo interessati e sulla quale non abbiamo alcun controllo, provocherebbe una reazione di stress.

Un ulteriore studio, condotto lo scorso anno dalla Cornell University, darebbe ragione alla professoressa di San Diego. I ricercatori avevano chiesto, infatti, ad un gruppo di giovani di completare una prova cercando di ignorare i rumori di fondo di una telefonata, ed avevano dimostrato come fosse impossibile rimanere concentrati.

Alla luce di ciò, sarebbe bene ridurre le nostre telefonate, specialmente quando ci troviamo in luoghi pubblici ed abbiamo vicino persone concentrate nello studio e nella lettura.

Silvia Bianchi

Leggi anche:

- VI MANCA LA CONCENTRAZIONE? ASCOLTATE LA PRIMAVERA DI VIVALDI

- CELLULARI E CERVELLO: COI TELEFONINI I NEURONI SI ELETTRIZZANO