Stress da lavoro: cause, sintomi e conseguenze

stress lavoro cause conseguenze

Stress da lavoro, quali sono le maggiori cause e quali conseguenze esso può avere sulla nostra salute? Secondo un'indagine condotta nel Regno Unito, il 40% degli impiegati che lavorano in ufficio si trovano sottoposti a livelli di stress pericolosamente elevati, che potrebbero incidere sulla loro salute.

Colleghi incompetenti, straordinari non pagati e aspettative irraggiungibili rappresentano le maggiori cause dello stress da lavoro, a parere degli esperti. Oltre 2000 tra i lavoratori sottoposti ad appositi sondaggi, Oltremanica, non sarebbero consapevoli della propria condizione di impiegati stressati.

Nella sola città di Londra, condizioni di stress eccessivamente elevate riguarderebbero il 35% delle risorse umane presenti nelle aziende. La ricerca in questione è stata commissionata da parte di Phil Sheridan, membro di Robert Half UK, agenzia di ricerca e selezione di specialisti della finanza, il quale ha dichiarato come l'esaurimento dovuto allo stress possa interessare lavoratori di ogni categoria, dai boss aziendali ai semplici impiegati.

A suo parere, molti lavoratori, che si sono ritrovati ad occuparsi di un forte sovraccarico di lavoro, prolungando la propria permanenza in ufficio, stanno iniziando a perdere di vista la propria motivazione sul lavoro. Il 67% dei direttori delle Risorse Umane intervistati hanno dichiarato come il sovraccarico di lavoro possa rappresentare la prima causa di esaurimento.

Il 56% di essi crede che anche gli straordinari, soprattutto se non pagati, siano un problema, ed il 35% è convinto che le aspettative insoddisfatte completino il quadro della situazione di stress degli impiegati. Per tale motivo, il 50% dei capi HR ha deciso di impegnarsi per il miglioramento delle condizioni lavorative degli impiegati.

Quali sono i sintomi dello stress da lavoro? Tra di essi sono stati segnalati crollo emotivo, perdita di interesse per il proprio aspetto fisico, eccessivo ricorso a tè e caffè per riuscire a lavorare più a lungo, frequenti ritardi e assenze in ufficio, eccessiva aggressività nei confronti dei colleghi e delle altre persone.

Secondo ulteriori indagini, la metà degli impiegati stressati e sovraccarichi di lavoro tenderebbe a consumare colazione, pranzo e cena alla scrivania, senza mai concedersi un momento di pausa salutare, al fine di poter rispettare la lista degli impegni lavorativi. La conseguenza più grave di tali comportamenti ripetuti nel corso del tempo? Un vero e proprio esaurimento nervoso.

Lo stesso stress potrebbe condurvi ad odiare il vostro lavoro e ad incrementare il senso di inadeguatezza e depressione. Se vi riconoscete nelle situazioni indicate, correte ai ripari, tenendo a mente le regole per contrastare lo stress da lavoro, in modo da poter recuperare giorno dopo giorno gli spazi ed i tempi necessari per riprendere fiato e ricaricare le energie perdute.

Marta Albè

Leggi anche:

- STRESS DA LAVORO, ECCO LE REGOLE PER COMBATTERLO

- STRESS: ODIARE IL PROPRIO LAVORO FA MALE QUANTO ESSERE DISOCCUPATI