basta scuse

Disfunzione erettile: numero verde e visite gratuite

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Questo weekend tornerà la campagna di comunicazione e informazione “Basta scuse”, dedicata al sempre più diffuso problema della Disfunzione Erettile (DE), che colpisce ben il 52% degli uomini sopra i 40 anni.

L’iniziativa è promossa dalla Sia (Società Italiana di Andrologia), Siams (Società Italiana di Andrologia Medica e Medicina della Sessualità) e Siu (Società Italiana di Urologia) e ha l’obiettivo di abbattere il muro di silenzio e l’imbarazzo che esistono attorno alla disfunzione erettile, patologia che influisce negativamente anche sulla vita di coppia.

L’intento è quello di “far uscire allo scoperto” gli uomini che ne soffrono, e di fornire loro un supporto a 360°.

Proprio per incoraggiare il ricorso ad una visita specialistica e per insegnare a non sottovalutare alcuni sintomi che potrebbero essere un campanello d’allarme per problemi più gravi, è stato attivato in alcune regioni d’Italia (Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Campania, Puglia e Sicilia) il Numero Verde 800.36.36.77 che, dalle ore 08.00 alle 20.00 di sabato 26 e domenica 27 marzo, consentirà di prenotare un incontro gratuito con uno specialista.

La riluttanza a riconoscere il problema e a parlarne apertamente è infatti il tabù più difficile da abbattere: se la maggior parte attribuisce queste defaillance a stress (52%), ansia da prestazione (38%) e mancata intesa con la partner sessuale (27%), è purtroppo vero, invece, che spesso le difficoltà di erezione sono da ricondurre ad altri problemi di salute e possono portare a malattie gravi come quelle cardiovascolari o il diabete.

Basta scuse, quindi: è ora che anche il sesso maschile impari a vivere con serenità il rapporto con l’andrologo e a capire l’importanza della prevenzione anche in questo campo. Iniziate da questo weekend, chiamando l’800.36.36.77 o recandovi in una delle 8 città (Palermo, Napoli, Bari, Roma, Firenze, Milano, Torino e Verona) in cui potete trovare gli specialisti direttamente in piazza.

Eleonora Cresci

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin