I migliori cibi fermentati da inserire nella dieta

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Da qualche anno a questa parte anche in Italia si parla con sempre più insistenza dei cibi fermentati e del loro ruolo attivo e positivo nella nostra dieta.

Ad ogni modo, niente di nuovo. La fermentazione è un processo di trasformazione alimentare antichissimo, che è alla base di yogurt, pane, birra, vino, formaggi e tantissimi altri cibi che finiscono quotidianamente sulla nostra tavola.

Ma per quale motivo di cibi fermentati si parla ora con così tanta euforia?

I vantaggi dei cibi fermentati

Il motivo di questo nuovo interesse nei confronti dei cibi fermentati è rappresentato principalmente dall’accresciuta focalizzazione sui benefici che è possibile ottenere da una corretta alimentazione. E, in tale ambito, i cibi fermentati non possono che rappresentare un fiore all’occhiello, considerato che favoriscono la digestione, contribuiscono a tenere alla larga le patologie infiammatorie, depurano l’organismo, e non solo.

Cosa sono i cibi fermentati

Quando si parla di cibi fermentati si parla di alimenti che sono sottoposti al lavoro di microrganismi come batteri e lieviti, che trasformano le proteine e i carboidrati producendo vitamine, enzimi, acido lattico, probiotici, omega-3.

La fermentazione naturale permette così di conservare le sostanze nutritive degli alimenti, rendendoli più digeribili e contribuendo così al benessere dell’intero organismo.

Quali sono i migliori cibi fermentati

A questo punto non ci rimane che condividere con tutti i nostri lettori alcuni dei migliori cibi fermentati, affinché ciascuno possa valutare se e come introdurli all’interno della propria dieta.

Si pensi, ad esempio, al kefir, una bevanda originaria del Caucaso, prodotta con latte o acqua, e un mix di kefiran, batteri e lieviti: ottimo per regolarizzare l’intestino, riequilibra la flora intestinale e contrasta il colesterolo cattivo. Ancora più diffuso nelle nostre tavole è lo yogurt, forse uno dei cibi fermentati più noti: realizzato con l’azione di due microorganismi a rapida riproduzione (il Lactobacillus bulgaricus e lo Streptococcus thermophilus), è una miniera di fermenti lattici che rinforzano il sistema immunitario e aiutano l’apparato digerente.

Ma non solo. Dal miso alle olive fermentate, dal pane con lievito madre al tè kombucha, l’elenco dei cibi fermentati è talmente ricco che siamo certi non avrai alcuna difficoltà nel trovare qualche prodotto in grado di diventare presto il tuo preferito!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Classe 1984, laureata in comunicazione d'impresa, da sempre appassionata di bellezza. Sempre al passo coi tempi, ama seguire le ultime tendenze in fatto di benessere e alimentazione.