Obesi: nel 2025 saranno in 20 milioni

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Quasi 20 milioni: tante saranno le persone obese in Italia nel 2025 se non ci si muoverà in tempo. Dallo studio della commissione europea Idefics (Identificazione e prevenzione di effetti dietetici e stile di vita indotti in giovani e bambini), è chiaro che c’è bisogno di una più o meno urgente manovra per risanare i conti. Si pensi che i “soli” 5 milioni di obesi adulti a tutt’oggi gravano sul bilancio dell’Italia per circa 8 miliardi di euro.

Se poi si considera che il nostro paese registra il primato per sovrappeso e obesità nella fascia d’età tra i 6 e i 9 anni e che l’aumento dell’obesità infantile segna 2,5% ogni 5 anni (dati diffusi in occasione della presentazione dell’iniziativa “Lotta al sovrappeso e all’obesità. Anno III” promossa da Gianluca Mech e dal Centro Studi Tisanoreica, con il coinvolgimento di Fimmg, Fimp, Federsanità-Anci e Assofarm), allora è lampante la necessità di un intervento.

La ventilata istituzione di una tassa sul cibo spazzatura da parte del ministro Balduzzi non sarebbe una cattiva idea – afferma Gianluca Mech – ma ritengo più importante sensibilizzare i medici generici ed i pediatri affinché prescrivano ai pazienti in sovrappeso, diete a basso indice glicemico“.

Se metà degli italiani adottasse questo regime, il tasso di obesità tra gli adulti si ridurrebbe al 5%.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Magazine d'informazione online su tematiche legate al benessere, alla bellezza e alla salute. Comunichiamo i metodi del come stare bene e meglio.