Diet to go: per dimagrire non cucino più

Non nel senso che per perdere qualche chilo è bene non cimentarsi più tra fornelli e padelle…

D’ora in poi il menù che compone la vostra dieta dimagrante ve lo porteranno fino a casa!

Insomma, le bilance, diciamocelo, sono una vera ossessione. Non solo quella che sta in bagno pronta a inviarvi le informazioni che mai vorreste sentirvi dire. “Niente da fare, miss, neanche un grammo in meno questa settimana”… Ma anche quella che è lì in agguato sul piano della cucina a contare minuziosamente i millesimi di grammo di pasta da mettere nel vostro (triste) piatto.

E se mangi pasta non mangi pane. E se mangi pane non mangi patate… Oddio che ansia. Pesare gli alimenti e vedersi poi un’insalatina accanto a una sogliola lessa. Lei guarda voi e voi guardate lei. Niente feeling e nessuna frase stile Albertone “m’hai provocato, io me te magno”.

Oggi è possibile ovviare a questa angoscia giornaliera proprio con un servizio a domicilio. Praticamente colazione, pranzo, spuntino e cena fumante direttamente a casa vostra o, addirittura, sul luogo di lavoro. Parliamo di Diet to go, un servizietto “delizioso” che in Francia, Stati Uniti, Canada e Inghilterra ha già spopolato. Il tutto all’insegna del dimagrimento veloce, senza perdere di vista il fabbisogno quotidiano di vitamine, minerali e proteine.

Insomma, invece di star lì a pesare tutto e a contare le calorie da ingerire, c’è chi lo fa per voi e la dieta ve la porta dritta dritta al vostro indirizzo, risparmiandovi ansia e stress.

Attualmente il servizio è disponibile a Torino, Milano, Parma, Genova, La Spezia e Roma e prevede un trattamento di due settimane, escluso il week end, per un totale di 10 giorni. Dal lunedì al venerdì ogni giorno un menù diverso di ingredienti freschi e controllati con un tetto specifico di calorie per tutta la giornata e differente per uomini e donne (1200 kcal per lei e 1500 per lui).

Per il week end, poi, avrete a disposizione un libro di ricette e precisi consigli da seguire grazie ai quali potrete togliervi anche qualche sfizio, come la pizza per il sabato sera…

Germana Carillo

Giornalista pubblicista, classe 1977, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing e correzione di bozze. Direttore di Wellme.it per tre anni, scrive per Greenme.it da dieci. È volontaria Nati per Leggere in Campania.