La LISTA dei 25 Alimenti più ricchi di ferro e più facilmente assimilabili

Tra le sostanze che non possono mancare in un’alimentazione sana e corretta rientra indubbiamente il ferro. E chi soffre di anemia lo sa molto bene. Si tratta, infatti, di un minerale essenziale per il nostro organismo, soprattutto poiché è componente dell’emoglobina, la molecola deputata al trasporto di ossigeno nel sangue.

Quando si parla di ferro è importante innanzitutto conoscere la distinzione tra ferro eme e ferro non eme. Mentre il primo è quello assimilabile più facilmente (ad esempio attraverso il consumo di carne), il ferro non eme  si trova sia nella carne, sia negli alimenti di origine vegetale ed è di più difficile assorbimento.

Le conseguenze della carenza di ferro

La carenza di questo importante minerale può avere ripercussioni negative sull’organismo. Chi soffre di mancanza di ferro solitamente avverte un senso di stanchezza e spossatezza, ma ci sono anche altri campanelli d’allarme a cui prestare attenzione: cefalee frequenti, scarsa concentrazione, irritabilità, perdita di capelli e unghia fragili.

Una delle conseguenze più comuni della carenza di ferro è sicuramente l’anemia, che colpisce in genere bambini, molte adolescenti e donne in gravidanza. In diversi casi l’anemia può essere dovuta ad una dieta povera di ferro. È fondamentale, quindi, integrarlo attraverso una corretta alimentazione.

I 25 alimenti più ricchi di ferro 

Se si soffre di anemia o di ferro basso, il primo passo da fare è rivedere le proprie abitudini alimentari, aumentando il consumo di cibi ricchi di ferro. Se vi vengono in mente gli spinaci, sappiate che si tratta di un mito che è stato ormai sfatato, visto che in realtà contengono solo 2,9 mg di ferro per 100 grammi.

Gli alimenti che possono aiutarci a favorire l’assorbimento di questo minerale sono davvero tanti. Quali? Per avere una panoramica completa, vi proponiamo la lista dell’INRAN (Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione) con i 25 cibi che contengono più ferro (il numero presente accanto ad ogni alimento si riferisce ai mg di ferro presenti in 100 grammi cibo):

  1. Milza di bovino 42
  2. Fegato di suino, crudo 18
  3. Tè (foglie) 15.2
  4. Corvina 14.4
  5. Cacao amaro in polvere 14.3
  6. Crusca di frumento 12.9
  7. Fegato di ovino 12.6
  8. Storione, uova [caviale] 11.8
  9. Pepe nero 11.2
  10. Germe di frumento [composizione media fra germe di frumento duro e tenero] 10
  11. Menta 9.5
  12. Fegato di equino 9
  13. Fagioli – Borlotti secchi crudi 9
  14. Fegato di bovino 8.8
  15. Fagioli – Cannellini secchi crudi 8.8
  16. Fagioli dall’occhio secchi 8.8
  17. Rosmarino 8.5
  18. Lenticchie secche crude 8
  19. Fagioli crudi 8
  20. Rene di bovino 8
  21. Radicchio verde 7.8
  22. Pistacchi 7.3
  23. Farina di soia 6.9
  24. Soia secca 6.9
  25. Polmone di bovino 6.7

Fonte: GreenMe

Siciliana nata tra le pendici dell’Etna e il mare, ma trapiantata a Roma da qualche anno. Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo, è appassionata al mondo del benessere e del bio. Estremamente curiosa, ama scrivere, conoscere nuove storie e osservare il mondo, soprattutto attraverso le lenti di una macchina fotografica.