storta alla caviglia

Storta alla caviglia: cause e rimedi per alleviare subito il dolore

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Basta un semplice passo falso e all’improvviso ci si ritrova con una distorsione alla caviglia. La storta alla caviglia è una delle lesioni muscoloscheletriche più comuni nelle persone di tutte le età, che si tratti di atleti o di pantofolai. La lesione si verifica quando uno o più legamenti vengono allungati o strappati, causando dolore, gonfiore e difficoltà a camminare.

Se il  dolore alle caviglie e il gonfiore non sono leggeri, bisogna consultare un medico. Senza un trattamento e una riabilitazione adeguati, una caviglia gravemente ferita potrebbe non guarire bene e potrebbe perdere stabilità, con conseguenti distorsioni ricorrenti e più tempi di inattività in futuro.

Il trattamento per una distorsione dipende, quindi, dalla gravità della lesione.

Ma quali sono le cause di una distorsione?

Il tipo più comune di distorsione alla caviglia è una lesione da inversione o distorsione laterale. Il piede rotola verso l’interno, danneggiando i legamenti esterni della stessa. All’origine di una distorsione c’è sempre un trauma. Le cause di una distorsione potrebbero includere:

  • Una caduta che fa storcere la caviglia
  • Un atterraggio scorretto sul piede dopo aver saltato o fatto perno
  • Camminare o fare esercizi su una superficie irregolare
  • Un’altra persona che calpesta o atterra sul piede durante un’attività sportiva
  • Cambi di direzione improvvisi ed imprevedibili durante l’attività sportiva

Quali sono i trattamenti utili per alleviare il dolore alle caviglie?

Il primo obiettivo è ridurre il dolore e il gonfiore e proteggere i legamenti da ulteriori lesioni. Questo di solito significa adottare il classico protocollo PRICE, acronimo inglese che sta per “Protect, Rest, Ice, Compression ed Elevation”, cioè riposo, ghiaccio, compressione ed elevazione.

Se il dolore e il gonfiore sono forti, meglio tenere a riposo la caviglia il più possibile per le prime 24-48 ore. Durante questo periodo, il piede e la caviglia vanno immersi in acqua fredda, applicando un impacco di ghiaccio (assicurati di coprire tutta la parte interessata con un asciugamano per proteggere la pelle) per 15-20 minuti tre volte al giorno o finché il gonfiore non inizia a diminuire.

Per ridurre il gonfiore, bisogna comprimere la caviglia con un bendaggio elasticizzato, la fasciatura deve essere abbastanza stretta, ma non deve comprimere eccessivamente e, quando si è seduti, va sollevata il più in alto possibile, se possibile fino all’altezza dell’anca.

In caso di storte, anche i rimedi naturali possono venirci in aiuto. Si possono effettuare degli impacchi di argilla, che ha proprietà antinfiammatorie e sedative, o di aceto freddo e caldo (scaldare in una pentola aceto e acqua in parti uguali per cinque minuti; bagnare un asciugamano e avvolgere la caviglia, lasciare agire per alcuni minuti e ripetere il trattamento con dell’aceto freddo).

Un valido ulteriore supporto è dato dagli integratori utili a favorire il ripristino della funzionalità tendinea, come il TendiJoint FORTE, che contiene elementi come collagene e mucopolisaccaridi, vitamina C, manganese Pycnogenol®, un estratto secco di Pino Marittimo.

Per recuperare completamente da una distorsione alla caviglia, sarà necessario ripristinare la normale gamma di movimenti dell’articolazione e rafforzare i suoi legamenti e i muscoli di supporto.

Gli studi, infatti, hanno dimostrato che le persone tornano alle loro normali attività prima quando il loro trattamento enfatizza il ripristino della funzione dell’articolazione – spesso con l’aiuto di tutori, bende o bendaggi elastici – piuttosto che l’immobilizzazione.

Fonti: Harvard Medical School

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Magazine d'informazione online su tematiche legate al benessere, alla bellezza e alla salute. Comunichiamo i metodi del come stare bene e meglio.