immagine

4 buone abitudini per prevenire il cancro

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La parola d’ordine è sempre la stessa: prevenzione.

Gli esami di diagnosi precoce, suggeriti solitamente dagli esperti del settore, sono pochi e semplici da eseguire (ad esempio la mammografia, che consente di individuare i tumori del seno in fase iniziale). Ma ciò che dobbiamo assolutamente fare (perché non costa nulla ma promette grandi risultati) è adottare uno stile di vita corretto, una serie di salutari abitudini.

  1. Scegliere i cibi giusti. Più volte è stato ribadito che “siamo quello che mangiamo”, per cui preferiamo frutta e verdura, in grado di contrastare l’azione di alcune sostanze cancerogene (in particolare, i radicali liberi); gli agrumi (in primo luogo le arance), i frutti rossi (ribes, mirtilli, more, lamponi), ma anche verze e broccoli. Un eccesso di carne rossa, invece, sembrerebbe legata alla formazione di alcune forme di cancro al colon e allo stomaco. Mangiare bene, fra l’altro, non protegge solo da questa malattia, ma limita grandemente anche l’infarto, il diabete e l’obesità.

  2. Dire “no” ai vizi nocivi. Primo fra tutti? Sicuramente il fumo! Il cancro al polmone praticamente non esisterebbe se nessuno fumasse. Smettere, o almeno limitare il numero di sigarette giornaliere, è il primo grande gesto d’amore che possiamo regalarci. Anche l’alcool, se consumato in quantità eccessive, può diventare cancerogeno, in particolare per bocca, esofago e stomaco.

  3. Attenzione, poi, alla tintarella: esporsi al sole nelle ore più calde e senza adeguate protezioni è, come ben sappiamo, causa d’invecchiamento per la nostra pelle, ma il pericolo più grande è soprattutto quello di generare la comparsa di melanomi, cioè di tumori maligni della cute. E, aguzziamo bene la vista, persino il sesso può essere pericoloso: molte forme tumorali, infatti, hanno un’origine infettiva. Ciò può accadere attraverso rapporti sessuali non protetti: “è il caso del virus del papilloma umano o HPV, che è il principale fattore causale del carcinoma della cervice, così come del virus dell’epatite C, che può indurre la comparsa di carcinomi del fegato, e dello stesso HIV, virus dell’AIDS, che ha anche proprietà oncogene, ovvero facilita la comparsa di determinati tumori come il sarcoma di Kaposi ” (fonte: www.airc.it). PROTEGGIAMOCI, quindi. Sempre.

  4. Muoviamoci! Bastano 30 minuti al giorno. Camminare o andare in bici, scegliere le scale invece dell’ascensore, organizzare vacanze che prevedano visite guidate a piedi, fare cyclette davanti alla tv piuttosto che stare immobili sul divano… L’Airc sostiene che “muoversi fa bene non solo perché previene il cancro (attraverso l’eliminazione di sostanze tossiche, la produzione di mediatori benefici e l’ossigenazione dei tessuti) ma anche le malattie cardiovascolari e il sovrappeso” .

Infine, convinciamoci che cambiare le nostre abitudini è essenziale per prevenire la malattia piuttosto che curarla. Volersi bene è molto più semplice di ciò che pensiamo.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Magazine d'informazione online su tematiche legate al benessere, alla bellezza e alla salute. Comunichiamo i metodi del come stare bene e meglio.